Manifesting
Manifesting

Manifesting: il nuovo trend per non tornare alla solita routine

Pensieri positivi attirano azioni positive, soprattutto quando si parla di ritorno alla routine e in questo, il manifesting può aiutare. Dal desiderare altre ferie, alla promozione, ad una relazione da batticuore, a chi non è mai capitato di desiderare qualcosa?  La risposta è manifesting (concentrazione, tanta pratica e… beh meditare).

Scopriamo insieme cos’è il manifesting e i suoi segreti.

Cos’è il manifesting

Per molti è un arte, per altri è una forma di meditazione, ma è una disciplina che aiuta a palesare e rendere concreti i desideri partendo dalla mente fino al coinvolgimento della vita reale. Attraverso questa disciplina possiamo influenzare in modo positivo e propositivo quello che che ci accade nella vita quotidiana. Praticamente una forma più concreta de “i sogni son desideri di felicità” alla Cenerentola e che, poi, diventano realtà.

woman doing yoga meditation on brown parquet flooring

Ma il manifesting non nasce da un cartone Disney, infatti le sue origini si possono rintracciare nei testi sacri di Dhammapada dove Buddha recitava:

Siamo ciò che pensiamo. Tutto ciò che siamo è prodotto dalla nostra mente.

Ora questi pensieri vengono diffusi da persone come P. Quimby e R.W.Emerson e dal movimento del New Thought.

Il manifesting, come lo conosciamo oggi non è una pratica che trasforma solmente i desideri in realtà, ma è un modo per attirare a sé la forza proattiva del pensiero positivo. Infatti richiede pazienza, disciplina, impegno, controllo e costanza.

Come funziona il manifesting?

Questa arte si articola di 6 step che aiutano a visualizzare i pensieri per poterli allineare attraverso la meditazione, il coinvolgimento emozionale, ‘utilizzo di frasi motivazionali, il totale abbandono delle energie negative e l’accettazione del sè.

  1. Comprensione e ascolto: ascoltarsi è alla base del cambiamento. Ascoltare e sentire i nostri pensieri essendo positivi e aperti incanala la fiducia in noi stessi e la diffonde nell’universo.
  2. Determinazione: la costanza e la determinazione aiutano a perseguire con sucesso i prorpi obiettivi e ci indirizzano verso il raggiungimento di quanto desiderato.
  3. Bando ai pensieri ossessivi: Allontanare i pensieri negativi, le persone negative e le ossessioni ci rende liberi di pensare e riflettere lucidamente.
  4. Obiettivi specifici: desiderare non basta, bisogna farlo tenendo ben a mente gli obiettivi prefissati (le frasi motivazionali aiutano molto).
  5. Liberati dall’ansia: come le relazioni tossiche, anche l’ansia è una cosa da eliminare.
  6. Restare coi piedi per terra: utilizzare il presente come ancora per ricordarsi costantemente il tempo in cui ci si trova e la realtà che ci circonda per poter migliorare noi stessi.

Buoni propositi per il rientro a lavoro? Ovviamente praticare il manifesting!



Silvia Menon