La moda si mangia: ecco il primo formaggio rosa al mondo!

Moda e cucina nel 2018 ormai vanno di pari passo: sono entrambe forme di arte, appagano l’occhio e svuotano il portafogli. Perché quindi non unirle, ideando qualcosa anche buono da mangiare? Ecco trovato l’ambito oggetto del desiderio: un formaggio si, ma tutto rosa!

Vi avevamo già riportato in diversi articoli cosa di strano e di rosa ci fosse nel mondo: dal Lago rosa di Hillier, al sale colorato, ai fiori edibili, per poi finire in una montagna di cioccolato afrodisiaco tutto rosa. Oggi, invece, è tempo di mungere mucche e capre (possibilmente non rosa).

Si tratta di un formaggio, il Wensleydale, prodotto dai monaci delle campagne francesi fin dal 1150, ma che per soddisfare le nuove esigenze modaiole, si veste di un colore impensabile per un latticino. E’ acquistabile solamente online, nell’e-commerce del Great British Cheese, che sottolinea di avere un formaggio nuovo e unico, prodotto momentaneamente in esclusiva per la propria compagnia. La piccola forma (circa 200 grammi) appare rosa dentro e  fuori. Costa 4,50 sterline ed eventualmente se siete degli appassionati, sul sito in questione si potranno acquistare anche altre tipologie di formaggi davvero molto strane. Il prezzo, per nulla esorbitante, potrebbe anche suggerirvi di portare questo formagg-ino per una merenda fugace alla prossima sfilata di moda: di sicuro non passereste inosservate!

Il segreto che rende unico questo prodotto è l’accoppiata con il prosecco e il lampone. Una pazzia direte voi, invece per chi lo ha testato è stata una piacevolissima scoperta. E’ stato descritto come una specialità perfetta “per chi ha una predilezione per i sapori dolci, di consistenza friabile eppure vellutata, freschezza lattea”.

Si gusterebbe accompagnato da frutti rossi e abbinato, guarda caso, a un Prosecco per giocare tra note delicatamente dolci e finemente acidule. Il colore rosaceo, come vi abbiamo accennato poc’anzi, si potrà gustare visivamente anche grazie alla membrana protettiva che lo riveste: cera (non edibile) di un color lampone, per l’appunto.

Il sapore del formaggio nativo è particolarmente dolce, simile al miele, con una nota piccante alla fine. “L’unione fra prosecco, formaggio e lampone crea una combinazione acida, dolce e saporita” ha spiegato un portavoce dell’azienda. “Il Wensleydale è morbido e lattiginoso, perfetto quindi da abbinare con la dolcezza dei lamponi e l’acidità del prosecco. Il risultato è un formaggio aromatizzato al lampone, molto dolce e cremoso, ma con l’acidità di un prosecco”.

Tutti pensavano all’ennesima trovata commerciale di un prodotto che sicuramente perderà il proprio gusto e la propria identità solo per inseguire i palati poco interessati dei consumatori. Invece, stavolta, dobbiamo smentirvi, in quanto questo formaggio è stato in grado di assecondare tutti i gusti. A livello organolettico, infatti, questa nuova versione, è stata in grado di dargli nuova veste ma anche nuovo gusto, riuscendo ad esaltare al meglio il suo sapore primordiale.

Voi cosa ne pensate? Avete avuto l’onore di assaggiarlo? Raccontateci!



Alessia Cavallaro