Disney in tavola: cookies al cioccolato di Rapunzel

Questa settimana abbiamo deciso di proporvi un altro lungometraggio firmato Disney. Se la volta scorsa i protagonisti sono stati Lilli & il Vagabondo, cult dagli anni ’50, stavolta vi vogliamo raccontare di un cartone animato molto più recente: Rapunzel.

La Disney, in realtà, non ha fatto altro che adattare un’antichissima favola per bambini agli schermi di nuova generazione, costruendo una storia fatta d’avventura ed amore. La cosa anche più speciale è il fatto che, differentemente da come viene raccontata la storia originale, che vede la bella principessa salvata dal cavaliere sul cavallo bianco, stavolta è la stessa dama di corte reale a salvare il suo destino e quello del suo amato.

Raperonzolo, o meglio Rapunzel, purtroppo non sarebbe dovuta nascere. La regina, infatti, soffriva molto durante il parto e stava per morire. Fortunatamente però, i soldati mandati dal padre (il Re) in tutto il regno, trovarono un fiore dai poteri taumaturgici sbocciato da una goccia di sole caduta sulla Terra, e l’infuso con esso realizzato riuscì a guarire la regina. Nacque così una bambina dalla folta chioma che ereditò i poteri della pianta che l’aveva aiutata a nascere. Quello che i regnanti non sapevano però, era che il fiore magico era stato usato, fino a quel momento, da una donna malvagia, la quale da centinaia d’anni lo utilizzava per tornare giovane ad ogni cenno d’invecchiamento.

Proprio lei, non rassegnatasi all’idea di invecchiare, rapì Rapunzel, rinchiudendola come prigioniera in un torre completamente nascosta nel bosco, in cui poter evocare ad ogni esigenza il potere ringiovanente dei capelli della bimba. Il giorno del suo diciottesimo compleanno però Rapunzel decise che è ora di smettere di seguire i consigli di quella che crede essere sua madre e di lasciare la torre per andare a vedere il mondo, in compagnia di un ladruncolo casualmente capitato nella sua gabbia dorata. Tutto ciò che ne conseguiranno, saranno mille peripezie e avventure, che vedranno la giovane principessa uscirne sempre da vincente, fino a quando non ritroverà la strada di casa, la famiglia perduta e un amore vero appena nato.

Lontanissima dalla storia originale dei Fratelli Grimm, è un riadattamento tanto originale quanto denso di significato. Tutto ciò, per le bambine che si approcciano per la prima volta al mondo dei più grandi, può solo essere positivo. Non deve necessariamente esserci qualcuno che venga a salvare le donne, ma da sole e con le loro capacità, sapranno sconfiggere il “male” e raggiungere infine la felicità desiderata. Cosa ancora più bella è data dal fatto che in questo film firmato Disney, il cavaliere bianco dalla scintillante armatura e dal cavallo bianco, in realtà non sia altro che un menestrello. Altro simbolo interessante, che fa riflettere su come il vero amore si possa dimostrare ovunque, e soprattutto che non è la ricchezza di una persona a farla bella dentro.

Detto ciò, dopo avervi raccontato tutta la trama e la simbologia del film Rapunzel, il minimo che possiamo fare è raccontarvi dei suoi spettacolari cookies al cioccolato!

In una delle scene del film, infatti, si vede la protagonista che, come una giocoliera, cerca di non far cadere cinque vassoi colmi di biscotti: ci vuole maestria anche in questo!

Ingredienti

  • 250 g di farina 00
  • 100 g di zucchero di canna
  • 100 g di zucchero bianco
  • 200 g di cioccolato fondente
  • 125 g di burro
  • 60 g di uova
  • 4 g di bicarbonato
  • 8 g di aceto di mele
  • 1/2 bacello di vaniglia
  • 3 g di sale

Procedimento

Prima di tutto ammorbidite il burro intorno ai 4°C e nel mentre aggiungete i semi del bacello di vaniglia.

A parte mescolate le uova e il sale, le quali faciliteranno il discioglimento di quest’ultimo.

Adesso miscelate per bene la farina con gli zuccheri presenti in ricetta.

Iniziate a unire in planetaria la farina col burro, facendo attenzione a non sciogliere troppo quest’ultimo, e aggiungete poi le uova.

A questo punto versate l’aceto e il bicarbonato nello stesso punto dell’impasto: insieme serviranno da agente lievitante per la ricetta.

Solo alla fine, il cioccolato precedentemente triturato.

Bagnatevi le mani, con i palmi formate delle palline e riponetele sulla carta forno.

Infornate a 180°C per 12/15 minuti. Se nel momento il cui tirerete fuori i cookies dal forno vi sembreranno molto morbidi, non vi preoccupate con il raffreddarsi, andranno ad indurirsi!



Alessia Cavallaro