Uccisi senza pietà mamma orsa e il suo cucciolo, colpevoli solo di avere fame

Senza ombra di dubbio l’uomo è l’animale più crudele presente al mondo. Non ci sono scuse e non ci sono giustificazioni a questo luogo comune che vede la razza dominante sul pianeta, essere anche quello priva di scrupolo quando si tratta di dover manifestare la propria supremazia sulle altre specie.
A farne le spese questa volta sono una mamma orsa ed il proprio cucciolo, colpevoli di aver fame e di averlo cercato nel posto sbagliato: su un sottomarino russo.

I due mammiferi hanno girato per alcuni giorni in un villaggio, quello di Rybachiy, nella Kamchatka, Russia. Probabilmente non avendo trovato nulla che li sfamasse hanno deciso di tentare fortuna in mare e così si sono tuffati ed hanno iniziato alla ricerca di qualche preda che potesse sfarmarli, ma non hanno trovato nulla, se non il sottomarino nucleare Alexander Nevsky ormeggiato in porto. Stanchi di nuotare hanno deciso di salire sul sottomarino per riposare qualche minuto e senza per questo risultare in alcun modo un potenziale pericolo.

Le immagini diffuse sul web hanno fatto il giro del mondo e hanno mostrato come le creature fossero sedute sul ponte del sottomarino, senza essere quindi pericolose per nessuno. Erano ferme, sedute e si stavano riposando dopo la ricerca. Ad un tratto però l’inquadratura cambia e non si vedono più i due orsi, in compenso si sente un chiaro rumore di spari, che poi vengono accompagnati dalla scena dei due orsi che cadono in acqua.

Immagini drammatiche che hanno scosso i numerosi utenti di Facebook, Twitter, Telegram e YouTube che hanno visto il video e lo hanno continuato a fare girare per denunciare la brutalità degli autori di questo atto di inaudita brutalità.



Andrea Calabrò