Tiramisù light: per chi è intollerante ai grassi ma non all’amore

In CUCINA by Alessia Cavallaro Comments

Siamo nella settimana che festeggia l’amore in tutte le sue forme e in tutte le salse. Che voi siate felicemente innamorati e festeggiate il 14 Febbraio o che siate single (per vostra scelta o per quella degli altri) e preferite fare baldoria il 15 Febbraio con i vostri amici o il vostro animale domestico, poco importa, l‘amore va comunque celebrato.

Se l’idea è proprio quella di affogare i pensieri e le emozioni in un dolce tanto sublime quanto paradisiaco, siete nel posto giusto!

Una delle ricette italiane più famose di sempre in tutto il mondo è decisamente il tiramisù. Vi avevamo già parlato in passato di questo dolce tanto buono quanto iper-calorico, ma se si volesse optare per qualcosa di più leggero senza perderne il gusto, sarebbe possibile? Se si volesse sorprende la propria dolce metà in perenne dieta, con qualcosa di preparato con le nostre manine, sarebbe un progetto realizzabile?

Ma certo che si! Voi chiedete e noi vi troviamo la soluzione!

L’idea è nata pensando a come potessimo trasformare uno dei dolci più amati di sempre, in qualcosa di ugualmente buono e indimenticabile. Eccoci al risultato: un tiramisù senza usare il mascarpone.

Tiramisù Light ripieno d’Ammmore

Ingredienti:

  • 120 gr di Pavesini
  • 150 gr di gocce di cioccolato extra fondente
  • 170 gr di yogurt greco
  • 150 ml di panna fresca
  • 6 tazzine di caffè decaffeinato
  • 4 cucchiai di zucchero a velo
  • 2 cucchiai di cacao amaro
  • Mandorle a lamelle per decorare (a piacimento)
Procedimento:

Per prima cosa montate la panna e incorporatela delicatamente a yogurt greco e allo zucchero a velo. In questa fase ci raccomandiamo movimenti leggeri e ritmici dal basso verso l’alto per evitare che la panna smonti e la crema perda quella sofficità che tutti amiamo in questo dolce.

Aggiungete le gocce di cioccolato, compiendo sempre movimenti lenti e leggeri, al composto cremoso ed evitate di “assaggiare” la cioccolata durante questa operazione: non ne rimarrà abbastanza per lo strato seguente!

Successivamente versate il caffè in un contenitore adatto per inzupparci un Pavesino alla volta, solo per pochi istanti. Sistemate man mano i primi 60 grammi di pavesini sul fondo di una terrina in modo da formare uno strato. Ci raccomandiamo la temperatura ambiente del caffè per l’inzuppo e la velocità nei passaggi: in questa maniera si eviterà che il biscotto si sciolga tra le vostre mani.

Versate sulla base di biscotti metà della crema a base di yogurt e panna (evitando accuratamente di leccare il cucchiaio ogni qualvolta cerchiate di livellare lo strato).

Spolverizzate il tutto con un po’ di cacao amaro, la quantità va a piacimento e in base ai vostri gusti.

Formate un altro strato di biscotti inzuppati, poi versate il resto della crema e terminate con una spolverizzata di cacao. Solo a questo punto potrete procedere con la rimozione maniacale di qualsiasi residuo di crema dal fondo della vostra ciotola, senza sentirvi in colpa!

Decorate con qualche mandorla a lamelle o se preferite lasciate la composizione com’è: spesso meno è meglio!

Infine lasciate riposare in frigorifero per qualche tempo: abbiamo appurato che, se farete questa prelibatezza il giorno prima per il giorno dopo, sarà ancora più buona!

Buon appetito e viva l’Amore!