tinder

Se non hai usato Tinder almeno una volta, forse hai qualcosa da nascondere

“Ciao Zio Benny,
sarò breve e coincisa: perché la gente usa Tinder? Dov’è finito il romanticismo? Possibile che oggi il mordi e fuggi abbia preso il sopravvento?

Ti seguo sempre, Simona.”

Carissima Simona,
sono le domande semplici come la tua che mi fanno innamorare ogni giorno di questo spazio “rubato” a Social up. Ringrazio ancora il giorno in cui questa specie di posta del C* ha preso vita. Non so bene come sia successo, mi confrontavo con una collega Valentina Brini e quest’idea ha preso forma e sostanza. E’ nato un angolo che mi permette di dar voce a voi che mi scrivete, ma soprattutto permette a me di dare forma a pensieri ed opinioni che, altrimenti, rimarrebbero dimenticati in qualche angolo remoto della mia testa.

Ritorno subito alla tua domanda. Perché la gente usa Tinder? Beh, la risposta può apparire alquanto scontata. E io, odio apparire come lo scopritore dell’acqua calda. Quindi prima di pronunciare la parolina magica che inizia per S e finisce per O, voglio condurti per mano al mio ragionamento, sul perché le persone utilizzano app d’incontri.

tinder
Fonte: web

Basandomi sulla mia personale esperienza con queste app, mi sono reso conto che non è possibile trovare un utente medio. Non esiste quindi una tipologia fissa, ma puoi trovarci chiunque. Un giorno mi sono ritrovato a scambiare messaggini con il papà di un mio ex studente. Mi dirai che la cosa non ti sorprende, ma io rilancio e ti dico che era un’app di incontri per soli uomini.
Alla ricerca di incontri occasionali non c’è quindi solo il single o la single, che annoiati della propria condizione solitaria ricercano incontri peperini. C’è’ una rete fittissima di personalità tra le più diverse possibili. Ogni profilo ha una sua storia e l’anonimato che spesso queste app concedono è complice dell’utilizzo.

tinder

Se ci pensi con gli smartphone non c’è stato altro che un aumento enorme di chi si approccia a questi tipi di incontri, come li definisci tu, mordi e fuggi. Ci sono sempre stati. In passato si utilizzavano messaggi criptati sui giornali. Con i primi cellulari le stazioni e i bagni si erano trasformati in elenchi telefonici di ragazze calde o stalloni da monta. I computer hanno dato il via a chat istantanee, non so se esistevi già, ma C6 era tra le chat più utilizzate. Gli smartphone con le app non hanno fatto altro che rendere il tutto più intimo. Da casa, scegli liberamente il match che fa al caso tuo.

Arriviamo al dunque. Perché si utilizza Tinder e app simili? La risposta era già chiara e sono certo che anche tu quando me l’hai posta, la conoscevi già. Il sesso è ciò che muove tutto. Ma penso un’altra cosa. Spesso, più che l’atto peccaminoso in sé per sé, alle persone basta dare libero sfogo all’eccitazione del momento. Ti regalo una perla della mia povera nonna: “A capa è na sfoglj e cepolla!”, “La testa delle persone è come una cipolla, a strati.” Mia nonna con la sua cultura popolare mi ha dato un prezioso insegnamento. La testa delle persone è così complessa che più scavi nel profondo e più troverai una personalità diversa. Secondo un mio calcolo Istat, quindi una fonte poco attendibile, l’80% degli incontri online non avranno mai luogo fisicamente. Molto spesso basta soddisfare quell’impeto de fuego momentaneo, per poi tornare alla propria routine, alla propria famiglia.

tinder

Sì, il romanticismo è probabilmente passato in secondo piano. Gli incontri casuali, come quelli di Andrea e Giuliano che in un giorno di pioggia incontrano Licia per caso, continuano ad esistere, ma sono certamente più complicati. In questi incontri può esserci tutto il romanticismo che vuoi, ma vuoi mettere lo stare seduti sul proprio divano, con con il mandrillo negli slip sull’attenti e la comodità di scambiarsi messaggi mirati, foto hot e dirsi reciprocamente quale posizione si preferisce e quale perversione si vuol testare? Dai! Non corri pericoli e quando vuoi puoi passare offline o bloccare il contatto e addio per sempre. Vallo a spiegare ad Andrea e Giuliano che Licia li ha bloccati.

tinder

Per quanto riguarda il mordi e fuggi, sono sempre stato un sostenitore di questi incontri. Lo ripeterò fino alla nausea. In noi esistono due entità: una razionale che ci permettere di legarci, di sposarci, avere famiglia e l’altra è l’entità porca. Con la porca non puoi ragionare, la porca non conosce limiti, si spinge verso l’inverosimile, immagina rapporti scoppiettanti che manco una gangbang con Rocco e i suoi fratelli potrebbe appagare. Però, c’è sempre un però! L’entità porca è passeggerà. E’ un po’ come Hulk, esce fuori a fasi alterne. Se persiste c’è un problema psicologico. Quindi se Tinder può placare il piccolo Hulk che è in noi, perché non usarlo. Questo però, non ha nulla a che vedere con i tradimenti e l’esplorazioni di campo nel mondo della variegata sessualità.

Simona, la gente non smetterà mai di usare Tinder o Grindr o Ciao Amigos, diffida da coloro che dicono di non farlo, perché come Muzio Scevola mi ci gioco la mano sinistra, prima o poi, tutti passano da lì o per vie simili. Occhio!

#ZioBenny risponde ai tuoi dubbi pruriginosi di testa, di pancia o di… Scrivimi a redazione@socialup.it o inviami un messaggio al 3319764913



Benito Dell'Aquila