Non vuole pagare l’hotel: libera dei topi e si lamenta dell’igiene

Un uomo, nello Utah, è stato denunciato dopo aver trovato un metodo alquanto alternativo per non pagare gli hotel in cui soggiornava. L’uomo infatti prenotava la stanza e una volta arrivato, dopo aver sistemato le sue cose, liberava nella stanza dei piccoli topolini che portava sempre con se. Questo piano gli consentiva di poter correre in reception e lamentarsi animatamente dei piccoli compagni di stanza indesiderati.
Ovviamente questo piano gli permetteva di ricevere innumerevoli scuse da parte della struttura dove soggiornava e gli garantiva anche un soggiorno gratuito.Dopo essere stato denunciato, la versione della polizia riporta che, secondo loro, l’uomo nascondeva nel bagaglio topi e criceti, come se nulla fosse faceva il check in in hotel, raggiungeva la sua stanza e poi liberava i piccoli roditori. Tutto questo prima di iniziare a lamentarsi per la presunta “scarsa igiene” della stanza in cui alloggiava. Con questo piano l’uomo è riuscito a truffare almeno tre hotel, ma sicuramente avrà usato questa tattica tantissime altre volte, truffando tanti altri hotel. L’uomo è stato scoperto quando alcuni albergatori, sicurissimi della pulizia delle loro stanze, hanno avuto qualche dubbio sul cliente e così si sono messi in contatto anche con altre strutture. Ora l’uomo, trentasettenne, è accusato sia di truffa sia di maltrattamento di animali.



redazione