Da www.eurosport.it

Lorenzo Sonego re di Cagliari: ai Sardegna Open 2021 il vincitore è lui

Il futuro del tennis italiano sembra essere sempre più roseo, e la vittoria di Lorenzo Sonego ai Sardegna Open ne è una prova. Il giovane tennista di Torino, nel torneo su terra rossa disputato nell’isola italiana, ha scritto la storia.

Ma andiamo con ordine. Il Sardegna Open è un torneo nuovo, poiché nato nel 2020. Fa parte del circuito degli ATP Tour 250, il quinto circuito per importanza all’interno del mondo del tennis. L’edizione del 2021 è stata interamente giocata a Cagliari, e ha visto in gara numerosi tennisti italiani sia per quanto riguarda il doppio sia per il singolo.

Nella competizione individuale, oltre al vincitore Sonego ricordiamo Lorenzo Musetti. Il giovane tennista – classe 2002 – è arrivato fino ai quarti di finale. Musetti è un altro atleta di cui in futuro sentiremo parlare benissimo in futuro. Giovane e molto sicuro di sé, ha superato avversari del calibro di Daniel Evans, arrivando a sfiorare l’impresa proprio contro Laslo Djere.

Ma è Lorenzo Sonego il vero protagonista del torneo. Da un lato è riuscito ad aggiudicarsi il torneo doppio in coppia con Andrea Vavassori contro la coppia Bolelli – Molteni; dall’altro lato, soprattutto, è riuscito a vincere in singolo contro il detentore del torneo, il serbo Laslo Djere.

Lorenzo Sonego. Da www.eurosport.it

Con la vittoria ai Sardegna Open Sonego sale a due titoli ATP individuali in carriera. Il primo è stato l’Antalya Open 2019, torneo che si gioca in Turchia su erba. Anche lì, due anni fa come oggi, vinse contro un serbo, il giovane Miomir Kecmanović.

Nella partita decisiva dei Sardegna Open Sonego ha vinto col punteggio di 2-6, 7-6, 6-4, dando una grande dimostrazione di forza dopo un primo set non brillantissimo, chiuso con soli due giochi vinti.

La vittoria di Sonego non solo dimostra come il tennis italiano stia sfornando talenti come lui o Sinner, ma è di portata storica per il movimento italiano, perché ha stabilito un record assoluto. Il torinese è salito al 28esimo posto nel ranking ATP e per la prima volta nella storia quattro italiani sono nella top 30. Il meglio posizionato è Berrettini al decimo posto, poi Fognini al diciottesimo, Sinner al ventitreesimo e Sonego al ventottesimo. L’età media di questi quattro atleti è di 27 anni, che dimostra quanto il futuro del tennis italiano sia in buone mani.



Marco Nuzzo