Lo studio ti sfianca? Ricaricati con il cibo!

redazione

In #Focus, CUCINA, SALUTE / redazione / Comments

I supercibi per la mente possono essere considerati degli alimenti alleati del cervello, alcuni sono ottimi per aiutare la memoria e la concentrazione nello studio. Si tratta di cibi che non dovrebbero mai mancare sulla nostra tavola per contrastare i processi di invecchiamento dei neuroni e delle cellule. 

L’energia che scegliamo di assumere per il nostro corpo fa la differenza per le nostre funzioni vitali, esattamente come la benzina per una macchina.

Ecco alcuni cibi a cui non bisogna mai rinunciare: 

L’avocado è ricco di grassi monoinsaturi, davvero importanti per tenere sotto controllo la circolazione sanguigna, anche quella del cervello.


Il è ricco di antiossidanti, che agiscono contro l’invecchiamento cellulare, di cui sono responsabili i radicali liberi. Ecco perché, consumando due o più tazze di tè verde al giorno, si dimezza il rischio di incorrere in problemi mentali legati all’invecchiamento.


Gli
spinaci sono ricchi di vitamine e sali minerali. In particolare va segnalata la vitamina K, che si rivela fondamentale per il giusto equilibrio del sistema.


I
broccoli sono tra gli ortaggi più utili per rafforzare la memoria. In particolare influirebbero sulla concentrazione e l’attenzione. Merito del loro elevato contenuto di vitamina C, che rinforza i vasi sanguigni, e dell’acido folico.

I semi di zucca sono ricchi di sostanze nutritive molto importanti per la mente. Si tratta di vitamina A, vitamina E, omega 3 ed omega 6. Inoltre contengono anche un elevato contenuto di zinco, che svolge un ruolo fondamentale nel migliorare la memoria.


La frutta secca
è utile per fare il pieno di vitamina E. Essa è importante perché assicura la salute delle arterie, migliorando la circolazione sanguigna, anche quella cerebrale.


La curcuma
possiede un principio attivo, la curcumina, che è conosciuta soprattutto per i suoi effetti antinfiammatori, portando benefici anche al sistema nervoso. Si può utilizzare in molti piatti come condimento.


La colina
, che si trova all’interno delle uova, riesce a garantire le funzioni cardiovascolari e cerebrali, consentendo di mantenere una memoria efficiente.


I mirtilli e i frutti di bosco
svolgono un’importante azione di protezione del cervello. Il loro effetto è dovuto all’elevato contenuto diantiossidanti, che riesce ad apportare benefici importanti alla corteccia cerebrale.


Ad apportare benefici alla mente è soprattutto il
cioccolato fondente, perché il cacao fa bene contro il declino cognitivo. Questa capacità è da attribuire ai flavonoidi.

“Noi siamo quello che mangiamo” – Feuerbach