Le squadre più giovani d’Europa

In SPORT by Tommaso PirovanoLeave a Comment

Recentemente il CIES (Centro Internazionale di Studi dello Sport) ha condotto un nuovo studio analizzando l’età media delle formazioni di tutti i principali campionati europei. I risultati che emergono sono molto interessanti, soprattutto per quanto riguarda le squadre italiane. I dati raccolti fanno riferimento al periodo tra 1/7/2018 e 24/9/2018 e si riferiscono solo alle partite dei diversi campionati nazionali.

Durante questo arco temporale, nei cinque campionati maggiori (Italia, Spagna, Inghilterra, Francia e Germania), la squadra che ha mostrato l’età media più bassa è la Fiorentina. La squadra di Pioli ha mantenuto una media di 23,89 anni. Questo risultato vale, alla squadra gigliata, un posto nella top 5 di tutti i campionati europei; nella “classifica generale” il primo posto è occupato dalla squadra danese del Nordsjaelland.

Nei migliori cinque campionati europei il primo posto, relativo alla squadra con l’età media più alta, è occupato dal ChievoVerona (29,53 anni) seguita da altre due compagini italiane come il Parma e la Juventus. In realtà confrontando la totalità dei club europei la prima posizione è occupata dal club turco del Besiktas.

 

 

Il campionato turco è quello che presenta anche l’età media più alta, tra tutti i campionati europei (28,89 anni), seguito dal campionato cipriota e da quello russo. Il campionato italiano si posiziona in sesta posizione seguito da quello spagnolo. La Premier League occupa l’undicesimo posto con un’età media di (27,08° anni). Ancora più bassa è l’età media nel campionato francese e tedesco, rispettivamente 19° e 23°. Gli ultimi tre posti, che rappresentano le nazioni con i campionati con una maggiore presenza di giovani giocatori, sono l’Olanda, la Slovenia e Croazia.

Alcuni campionati non di prima fascia puntano, forse anche per necessità, molto più frequentemente sui giovani. Tra i maggiori campionati europei si nota come Germania e Francia siano più disposti a far giocare i giovani calciatori rispetto a Italia e Spagna mentre l’Inghilterra si colloca in posizione intermedia tra i due estremi.

In genere i top club di ogni Nazione mostrano un’età media delle formazioni piuttosto elevata rispetto alla media nazionale, come nel caso di Juventus, Bayer Monaco, Real Madrid e Barcellona. Questo potrebbe significare che una maggiore esperienza è sinonimo di migliori risultati. A contrastare questa tendenza ci sono altri top club come Paris Saint-Germain, Manchester City e United, Ajax, e Napoli che si posizionano a metà classifica rispetto alla media nazionale.

Altri grandi club come Liverpool e Milan hanno un’età media minore rispetto alla media e soprattutto il caso inglese mostra risultati molto positivi.

Il rapporto tra esperienza (quindi maggiore età media) e risultati non è sempre diretto e così scontato come dimostra attualmente il caso del ChievoVerona. Ovviamente le squadre che puntano a grandi traguardi spesso necessitano di giocatori di esperienza ma la Fiorentina sta dimostrando come affidarsi a molti giovani calciatori come Chiesa, Simeone, Lafont possa dare ottimi risultati. In Olanda il PSV, con una formazione con un’età media di poco superiore ai 24,5 anni sta dominando il campionato con otto vittorie su altrettante gare disputate.

Nonostante le medie si discostino tra di loro per poche cifre decimali, i dati sono comunque indicativi della valorizzazione o meno dei giovani perché sono relativi alla media di un alto numero di dati raccolti.

Tutti i dati raccolti sono consultabili sul sito del CIES nell’atlante digitale.