I molteplici vantaggi della birra: più intelligenti, più creativi e più…

Chi poteva mai pensare che bere birra fa diventare più intelligenti. In genere l’alcool è sinonimo di perdita di lucidità e di conseguenza di frasi sconnesse, ragionamenti distorti, e invece, sembra che la birra, in particolare, stimoli l’intelligenza di chi ne fa uso.

Secondo una ricerca  condotta dall’università dell’Illinois chi ha bevuto qualche birra è stato più propenso a rispondere correttamente a domande di logica e a risolvere problemi  rispetto a chi è completamente sobrio. La ricerca aveva il fine di indagare la relazione tra lo stato di rilassatezza e allegria conseguente l’assunzione di birra, con le capacità cognitive. La birra, a differenza di altre bevande alcoliche e non, risulterebbe avere effetti benefici sull’organismo, ma solo se assunta in maniera non eccessiva. Infatti la birra contiene flavonoidi, vitamina B, potassio e magnesio,che generano effetti benefici sulla salute.

Per avvalorare questa tesi, sono stati quindi condotti degli esperimenti su un campione di circa 40 uomini che hanno dovuto assumere almeno due birre. Gli sono stati poi sottoposti dei problemi di logica e nel 40 % dei casi, la soluzione al problema è arrivata dopo 12 secondi rispetto ai 15,5 secondi dei sobri. In poche parole, gli individui con un tasso alcolemico pari a 0,7 non eccellono nelle attività mnemoniche, ma riescono molto bene in quelle risolutive. La psicologa Jennifer Wiley  ha pubblicato poi il risultato della ricerca sul sito della Federation of Association in Behavioral and Brain Sciences consultabile da chiunque.

Non parliamo solo di logica ma anche creatività. “Qual è il consiglio che darebbe ai giovani scrittori? Gli consiglierei di bere” è una celebre frase di Bukowski, uno dei maggiori scrittori e poeti americani che quindi da sempre appoggia la teoria che la birra aumenti lo stato di creatività. “Le persone con una piccola percentuale alcolica nel sangue riescono a risolvere problemi di tipo creativo. A volte l’aspetto creativo viene fuori dopo aver bevuto un paio di bicchieri a cena”. Questo, conclude la ricerca della psicologa Jennifer Wiley, potrebbe spiegare il genio di Ernest Hemingway, John Cheever o Charles Bukoski, notoriamente dediti al bere.

Un’altra ricerca che è stata condotta all’University Hospital di Basilea dimostra che la birra rende più socievoli. Gli accademici svizzeri hanno osservato 60 persone divise in due gruppi. Alle persone del primo gruppo è stata fatta bere birra fino ad arrivare ad un tasso alcolemico di 0,4, quelle del secondo gruppo hanno invece bevuto birra analcolica. Quello che è emerso dalla ricerca è che un paio di bicchieri di birra hanno l’effetto di sciogliere le inibizioni sociali.

“Bere birra aiuta le persone a sorridere più velocemente e espande  la loro predisposizione a vivere emozioni positive”, spiega il capo del dipartimento di psicofarmacologia dell’ateneo di Basilea. Anche se il comportamento delle persone sotto l’effetto della birra non necessariamente riflette le loro vere emozioni.

Quindi con tutti questi benefici non possiamo non uscire ed andarci a prendere una bella birra, mi raccomando rossa e non filtrata. La migliore!