“Insospettabili sospetti”: tre dei migliori attori viventi rapinano una banca

“Insospettabili sospetti” - Going in Style è il remake del film “Vivere alla grande” del 1978, scritto e diretto da Martin Brest.

Distribuito in Italia da Warner Bros Pictures, il film è uscito nei cinema italiani il 4 maggio 2017 e vi recitano tre dei più grandi attori viventi diretti da Zach Braff. Per coloro i quali il nome del regista non dice nulla, Braff ha ricoperto il ruolo di J.D. nella serie “Scrubs – Medici ai primi ferri” ed è al suo terzo film da regista dopo “La mia vita a Garden State” e “Wish I was here”.

Il film è stato girato a Brooklyn e si pregia della collaborazione alla scrittura di Theodore Melfi, regista di “Hidden figures” candidato agli Oscar 2017. La storia ruota attorno a tre pensionati: Willie Davis, Joe Harding e Albert Garner interpretati rispettivamente da Morgan Freeman, Michael Caine e Alan Arkin. Lavorando fianco a fianco in una fabbrica per anni, i tre sono diventati amici ed è per questo che, quando la fabbrica non può garantire loro un fondo pensione, perché preferisce allargarsi ed investire in mercati più economici, i tre decidono di rapinare la loro banca per vivere gli ultimi anni che restano in serenità e spensieratezza.

La pellicola è ben girata e, di certo, ha delle peculiarità che la rendono divertente, sensazionale ed imperdibile per un pubblico di tutte le età.

La scelta della storia che racconta è uno degli elementi da apprezzare. I tre pensionati, infatti, si trovano in una situazione di forte disagio economico e, per avere quello che spetta loro dopo anni di lavoro e per non dover pesare su figli e nipoti, scelgono di commettere un reato consapevoli di non aver nulla da perdere. È evidente che vi è un richiamo alla crisi economica e finanziaria degli ultimi anni, all'importanza dell’amicizia quando si è in difficoltà e alla riscoperta di sentimenti come l’amore.

Valori aggiunti sono: gli attori protagonisti, che hanno fatto la storia del cinema americano (se non addirittura del cinema mondiale), le scene esilaranti e tragicomiche e i dialoghi ben calibrati, sinceri e spassosi.

Morgan Freeman e Michael Caine (entrambi vincitori dell'Oscar) e Alan Arkin danno un buon ritmo al film e rendono al meglio l’amicizia fraterna e solidale. Oltre loro, sono presenti: Ann-Margret, Joey King, Matt Dillon e uno strepitoso Christopher Lloyd, nei panni di Milton, quello “strano” dei tre.

Le scene sono tutte memorabili: la decisione di commettere il reato, l'ideazione del piano, la preparazione atletica e mentale dei tre e la realizzazione della rapina presso la banca. Scene girate non solo benissimo, ma davvero molto divertenti tenuto conto soprattutto dell’età degli attori protagonisti.

Il film mantiene un equilibrio per tutta la sua durata, regalando allo spettatore una storia leggera, ma che fa riflettere. Il risultato è una pellicola genuina ed intensa con dei risvolti positivi ed un finale lieto.

Buona visione!