bodypositive zio benny

“Il Casumanesimo i 5 casi umani da evitare” Raccontalo a zio Benny

“Ciao zio Benny, negli ultimi giorni ho visto che sul tuo profilo IG hai dato molto spazio ai casi umani. In giro ho letto molti articoli e guide per starne lontana, ma puntualmente me li ritrovo intorno. Ma cosa sta succedendo? Tu, che mi sembri così spigliato, come li affronti? Vuoi darmi qualche consiglio, uno di quelli buoni però!
Margot”

Margot, con un nome così fascinoso non mi stupisce che tu sia preda dei casi umani.

E’ vero, negli ultimi giorni ne ho parlato abbondantemente e anche settimana scorsa la posta del C* può rientrare nella grande letteratura che sto preparando sul caso umano. Mi piacerebbe essere in disaccordo con te, ma non è possibile. Effettivamente c’è strabordanza di casi umani, così tanti che si può parlare di vera rinascita di questo fenomeno, al punto tale che tra qualche secolo, i nostri tempi entreranno nella storia come l’apice del Casumanesimo.

In tendenza con il qualunquismo e il populismo generazionale e più generale, il caso umano è l’espressione più alta che potesse toccare la psiche umana. Eppure le terapie d’urto per la salute mentale sono ormai una prassi riconosciuta e accettata dalla società, ma nonostante ciò a servirsene, quasi sempre, non è il candidato che realmente ne necessita, ma persone come te e come me, che si relazionano ogni giorno con un caso umano diverso. La psicoanalisi per i casi umani? Non sia mai! Non vogliono mica correre il rischio di diventare persone migliori? No, è molto più semplice spingere gli altri a servirsene per poi scoprire che il problema sono proprio i casi umani e che la terapia tornerebbe utile a loro.

Nonostante io abbia girato per supermercati, parafarmacie e negozi specializzati antitarlo, non ho trovato un prodotto specifico, uno spray da usare come quello contro le zanzare. Ho anche contattato l’Asl Napoli 3 Sud, dove a breve mi vaccinerò, per sapere se lo Pfizer o lo Astrazeneca fossero efficaci anche contro i casi umani, ma pare di no.

Perché attiriamo casi umani?
Ormai sono convinto che è un ormone che il nostro corpo sviluppa ed emana un odore in grado di attirarli. Molto più semplicemente perché incarniamo il fascino della stabilità che loro non hanno. Per amor di chiarezza e rispetto per la Lega Casi Umani bisogna anche ammettere che un po’ li vogliamo anche noi, per soddisfare quello spirito da animalista e pasionaria del WWF che tanto ci contraddistingue.

Seguendo così, le norme del Casumanesimo ho stilato una lista di casi da evitare. Considerando la lungaggine, riporterò solo i primi 5:

-Il Bisognoso d’Affetto
-Il Narcisista
-Il Traumatizzato
-Il Simpatico
-Il Bello ma Stron**!

Il Bisognoso d’Affetto:
Tra i casi umani è certamente quello più temuto. Le sue continue richieste di affetto lo rendono simile ad un gattino arruffato dudu-dadada! Le sue sembianze di piccolo panda in via d’estinzione sapranno tirar fuori il meglio della crocerossina che è in ognuno d noi. L’inganno, però, non è nella mela avvelenata. Quella sua timidezza confonde. La missione sarà per tutti una soltanto, tirar fuori il leone che è. Il Bisognoso d’Affetto vi farà innamorare di lui e della vostra missione, ma non appena capirà che ci state riuscendo, metterà di nuovo in discussione se stesso. Ed ecco che da Bambi si muterà in Simba e poi in Dumbo e poi, ancora, in Ciuchino, perché a lui non interessa cambiare, ma avere qualcuno che si occupi perennemente di lui. Il Bisognoso cerca una nuova mamma e voi non lo siete.

Il Narcisista:
Perfezionista, perennemente impegnato nella versione migliore di se e di ciò che lo circonda. Il Narcisista cerca la perfezione ovunque, anche in voi. Il vostro carattere gli risulterà spigoloso e da smussare, il vostro aspetto trasandato, lo stile da rivedere, le scelte opinabili. Il Narcisista è vera espressione del Casumanesimo. Non ci sarà mai nulla che lo accontenti davvero e quando tutto gli apparirà perfetto, sospirerà lasciando il dubbio dell’incertezza. Eccolo l’inganno del Narcisista. Tutto diventa una sfida, ma in realtà è una trappola. Vi assorbirà totalmente nella speranza di riuscire anche solo una volta a fargli ammettere che avete agito bene. Non ci riuscirete mai e nel frattempo i mesi, gli anni e secoli vi terranno incatenati a lui come una povera Andromeda.

Il Bello ma Stron**:
Il caso umano più pericoloso. Piace perché è bello. Ha fascino, un sorriso a mille denti, occhi in cui perdersi e un paio di chiappe scultoree. Dispensa sorrisi, flirta, guarda le IG Story ma non segue nessuno. Quando lo si incontra si avvicina, ti sfiora il viso e il braccio, da lontano lancia occhiate e sorrisi. Visualizza i messaggi e non risponde! Il Bello è bello o quanto meno gli ormoni lo rendono alla nostra vista terribilmente gradevole, ma è stronzo e farà di tutto per restare stronzo! Eccola la trappola. Il suo obiettivo è quello di avere quante più persone ossessionate di lui così da accrescere il suo ego smisurato, ma non si concederà, sarà evasivo e nel frattempo invecchieremo nella speranza di conquistarlo. Il Bello ma Stronzo è il più pericoloso, perché? Perché farà passare voi come il suo personalissimo caso umano.

Gli altri due identikit puoi trovarli sul mio profilo IG!

Puoi scrivermi a benito.dellaquila@socialup.it o cercami su Instagram al @ilpuntodellaquila



Benito Dell'Aquila