Tutti i segreti di Hung Vanngo, il nuovo dio del make up

In un’intervista ha dichiarato di aver sempre avuto una certa propensione per la pittura e di aver trascorso da bambino molto tempo a dipingere volti; stiamo parlando di Hung Vanngo uno dei make up artist più venerati del momento.

Già durante la sua infanzia Hung si è appassionato ai volti ed il make up ma sfortunatamente la sua città Calgary non sembrava essere il posto ideale per coltivare il proprio talento, quindi dopo la scuola si iscrive ad un corso per parrucchieri. Nel primo salone dove viene assunto trova però una postazione da make up dove inizia a sperimentare la sua passione con amiche e colleghe. Dopo essere divenuto famoso in zona inizia quindi a ricevere offerte come truccatore durante shooting e sfilate. Si trasferisce a Toronto ed infine a New York dove diviene da prima assistente durante le Fashion Week e poi Key make-up Artist collaborando con Celebrities di diverso calibro tra le sue preferite Emily Ratajkowski, Selena Gomez e Katy Perry.

Ad oggi Hung è divenuto uno dei più famosi make up artist della Grande Mela, il suo stile è conosciuto in tutto il mondo in quanto riesce a concentrarsi in modo strabiliante sulle tonalità di colori e sui punti di forza del viso di qualsiasi donna si trovi di fronte.

Il suo make up è inconfondibile, non risulta mai troppo coprente e artefatto, ma sempre leggero e sui toni del nude. Tra i suoi espedienti per esempio c'è il fatto di non utilizzare ciglia finte, le considera l'anti-naturalezza fatta prodotto. Il make up artist ha svelato che preferisce applicare piccoli ciuffetti solamente per infoltire le zone più rade per rendere il trucco meno costruito possibile incentivando il concetto di valorizzazione a dispetto di quello di artefazione.

Per le sopracciglia, il Make up artist, ha una vera e propria mania, spende molto tempo a disegnarle alla perfezione ma soprattutto nella ricerca della colorazione perfetta, quando si trova in dubbio per esempio preferisce sempre rimanere su una tonalità più chiara. Questa scelta deriva dal fatto che preferisce che le sopracciglia non siano al centro dell'attenzione ma che incornicino il make up in modo delicato.

I prodotti viso, fondotinta, terra e cipria sono usati con maestria, donando al make up un effetto base opaco ma con punti luce strategici e leggeri sul perlato. Non ama usare la tecnica del counturing che serve a scolpire il viso, infatti, opta la maggior parte delle volte per blush rosati o pesca che applica fino agli zigomi.

Le labbra sono sempre colorate utilizzando tutte le tonalità di nude possibili. L'uso della matita c'è ma non si vede, Hung sceglie sempre un tono in meno rispetto al colore del rossetto. Non ama il matt infatti le labbra hanno sempre un effetto glossy che aiuta a riempirle e renderle molto più interessanti. Hung ama sbizzarrirsi con differenti tonalità, la sua ricerca del perfetto colore rispetto ai toni della persona che ha di fronte è maniacale.

Il Make up artist non ha mai avuto segreti, rivelando spesso nelle interviste quali sono i prodotti che più utilizza, tra questi troviamo il fondotinta One Color di Calvin Klein, lo stick illuminante in crema di Nars e la cipria Prep & Prime di Mac.

Cosa ve ne pare di Hung Vanngo? Perché non provare a rifare i suoi make up usando proprio i suoi prodotti preferiti?