[Xiaomi - Youtube]

Xiaomi Mi Air Charge Technology: il futuro della ricarica è libero da cavi e fili

Xiaomi Mi Air Charge Technology è l’ultima novità che proietta il mondo degli smartphone verso un futuro sempre più libero da cavi e fili. Il colosso cinese ha infatti presentato una nuova tecnologia wireless che permette di ricaricare il proprio dispositivo a distanza di qualche metro, dimostrando ancora una volta di essere una delle aziende leader del settore.

L’innovazione principale del sistema presentato da Xiaomi risiede nel posizionamento spaziale e nei mezzi di trasmissione dell’energia, pensati per rendere la ricarica il più veloce e potente possibile. Lo studio messo a punto negli ultimi anni ha portato allo sviluppo di un meccanismo in grado di rilevare e seguire adeguatamente la posizione dello smartphone all’interno di una stanza. Xiaomi Mi Air Charge Technology consiste in una base di ricarica composta da 144 antenne che trasmettono onde millimetriche direttamente al telefono. Questo passaggio è reso possibile attraverso il beamforming, una particolare tecnologia di lavorazione di un’onda che consente la trasmissione e ricezione direzionale del segnale. In altre parole, si tratta di una tecnica con cui è possibile indirizzare e concentrare il segnale Wi-Fi in una direzione piuttosto che in un’altra.

Come riportato dalla stessa azienda su un video di presentazione su Youtube, questa tecnologia può fornire 5 W di potenza a un singolo dispositivo su una distanza di un paio di metri dalla “pila di ricarica isolata auto-sviluppata”. All’interno di questa pila sono presenti cinque antenne che determinano con precisione la posizione del dispositivo. Una volta trovato lo smartphone, un array di antenne riceventi, precisamente 14, converte il segnale a onde millimetriche della pila di ricarica in energia elettrica. La tecnologia è tanto più efficace quanto più si riducono le distanze. Infatti, quando si è vicini alla pila è possibile ricaricare più dispositivi nello stesso momento e con la stessa potenza. Ovviamente, eventuali ostacoli fisici posti tra il telefono e la base di ricarica non pregiudicano la corretta trasmissione del segnale.

Xiaomi Mi Air Charge Technology potrebbe rappresentare solo uno dei primi esempi con cui l’azienda cinese intende puntare sulla tecnologia della ricarica remota. Presto potremmo trovare applicato questo sistema anche per dispositivi indossabili come braccialetti e smartwatch, oppure per lampade da scrivania e altoparlanti. L’intento sembrerebbe essere orientato verso la costruzione di un’architettura wireless, eliminando cavi e fili in modo definitivo.

In attesa della commercializzazione che avrà bisogno di essere messa a punto, compatibilmente con gli aspetti legati ad affidabilità e sicurezza, è già possibile intuire quelli che potranno essere i vantaggi a favore di questa tecnologia.



Giuseppe Forte