Vino Sassicaia: un’eccellenza italiana

Tra le eccellenze italiane più amate, il vino Sassicaia è prodotto in Toscana, nello specifico nella zona collinare della Maremma livornese: la caratteristica principale che contraddistingue questo vino è l’esclusività: solo il vino prodotto nella Tenuta San Guido di proprietà della famiglia Incisa della Rocchetta può vantare la produzione originale del Bolgheri Sassicaia. Dal 1994 tale vino è stato elevato al rango di vino DOC (denominazione di origine controllata). Tale denominazione garantisce che il vino sia composto da almeno l’80% di uva Cabernet Sauvignon; al restante 20% possono concorrere altre uve a bacca rossa presenti nella Regione Toscana. Un altro elemento fondamentale che rende peculiare tale tipologia di vino rosso è l’invecchiamento: sono infatti necessari almeno di due anni di fermentazione in botti di rovere per avere ottenere il Sassicaia. 

Nella Tenuta San Guido, insieme al Sassicaia vengono prodotte altre due tipologie di vino: uno è il Guidalberto, prodotto a base di uve Cabernet Sauvignon e Merlot. Un vino pieno, dal colore rosso rubino, presenta note di frutti di bosco e caffè. L’altro invece è Le Difese composto da uve Cabernet Sauvignon e Sangiovese: anch’esso di un rosso rubino, intenso e brillante, presenta aromi floreali e speziati che lo rendono perfetto in ogni occasione.

Vino Sassicaia: cosa sapere prima di acquistarlo

Pe le sue qualità e caratteristiche, il Sassicaia ha ottenuto negli anni diversi premi e riconoscimenti che hanno contribuito alla notorietà del prodotto e hanno reso, questa eccellenza italiana, famosa e popolare a livello planetario. Per tali ragioni, il Sassicaia rappresenta uno dei vini più copiati e contraffatti: non è infatti raro trovare online offerte di Sassicaia a prezzi molto più bassi del normale. Prima dell’acquisto è dunque bene sapere che tale vino è commercializzato solo da enoteche conosciute e affidabili e che difficilmente lo si trova in offerta: il prezzo medio di una bottiglia non ancora invecchiata è infatti di 150 euro.

Vino Sassicaia: quali sono le annate migliori?

Come per tutti i grandi vini, il Sassicaia risente molto della stagione ed è per questo che grandi esperti e enologi assegnano una votazione diversa alle varie annate: tali valuzionini incidono fortemente sul prezzo finale. Tra le annate storiche migliori si collocano quelle del: 1978, 1985, 1988, 1990, 1995, 1997 e 2004. Tali bottiglie hanno un altissimo valore di mercato e, se ben conservate, possono valere una fortuna!

Per quanto riguarda invece le annate più recenti ricordiamo quella dal 2012 e del 2015.

La vendemmia del 2012 ha prodotto un vino dal gusto molto deciso e con un tasso alcolemico molto alto (13.5% alc.). Una delle eccellenze di quest’annata è la bottiglia “imperiale” da sei litri che vale 2.550 euro. 

La vendemmia del 2015 invece ha prodotto un vino molto scuto dal carattere intenso e profondo dalle note di liquirizia, bacche, caffè tostato e dagli aromi di ribes nero, mora, violetta, minerale e spezie. Da tale annata si è prodotto un vino con un grado alcolico decisamente alto (14% alc.). Le peculiarità di quest’annata, ne hanno portato alla Premiazione Wine Enthusiast nel 2018 con 97 punti.



redazione