Solo traveller: le viaggiatrici solitarie del nuovo millennio

Ci siamo già occupati del fenomeno del backpacking e delle mete ideali per questo genere di esperienze. Nell’analizzare questa tendenza, abbiamo scoperto un mondo nuovo e in costante cresciuta, cioè quello dei solo traveller, i viaggiatori solitari. Ciò che vi sorprenderà è il 58% dei turisti che decide di compiere quest’esperienza sono donne. Motore del business viaggi, decideno su mete e standard di ospitalità. Si moltiplicano così libri e film che celebrano le avventure al femminile, seminari di travel coaching, formule all inclusive o “senza supplemento singola” pronte a rispondere a questa fetta di mercato. Che scelgano di viaggiare da sole o meno, i dati economici non lasciano dubbi sul fatto che siano le donne a guidare il trend dei viaggi. Le donne che viaggiano da sole hanno favorito la nascita di una serie servizi che prima non esistevano come agenzie viaggio specializzate, siti internet o forum dedicati. Considerando mete più vicine ed esperienze meno estreme, noi di Social Up abbiamo scelto 4 mete che assicurano un soggiorno piacevole e sicuro alle viaggiatrici solitarie del nuovo millennio.

AMSTERDAM

Amsterdam è famosa per essere una delle destinazioni preferite da molte donne che viaggiano sole, soprattutto il quartiere di Oud-Zuid che abbonda di musei e gallerie. Le viaggiatrici solitarie amanti dell’arte avranno l’imbarazzo della scelta tra la raccolta dei maggiori artisti danesi nel Rijksmuseum, e il Van Gogh Museum. Il posto migliore da cui partire è la libreria Xantippe, che offre la lista dei “posti delle donne”, fonte di risorse e attività solo per donne. A fare la differenza, tuttavia, è la nascita nel 2012,del primo hostel per sole donne (gli uomini possono trattenersi solo nella lounge per un caffè), e l’invenzione di Eenmaal, il primo one-person-restaurant al mondo capace di servire cene gourmet senza far sentire abbandonato il commensale solitario.

SHANGHAI

Una città che non deluderà assolutamente donne sole o in gruppo è Shanghai. Per una vacanza al femminile basterà immergersi nell’antica arte di seduzione di cui le donne cinesi sono state esperte per secoli. Rilassatevi in uno dei tanti saloni di bellezza che offrono massaggi all’insegna di oli essenziali e candele profumate. Una volta libere dallo stress quotidiano, immergetevi nella cultura di templi e musei. Fatevi fare un vestito in seta su misura da uno dei tanti bravissimi sarti nei mercati di Pudong Plaza  o al South Bund Fabric Market.

BANGKOK

Per un break al femminile una delle mete che più ispirano è Bangkok. Eclettica, sicura ed eccitante, la capitale tailandese offre ottimo cibo e una enorme varietà di mercati locali e shopping center con prezzi ottimi. Per chi, invece, ama l’avventura, la Thailandia non delude di sicuro, con possibilità di escursioni nella giungla o un’immersione in una delle sue meravigliose spiagge. Qualsiasi cosa facciate, l’atmosfera spirituale e accogliente renderà indimenticabile qualsiasi esperienza.

NEW YORK

In una lista di viaggi al femminile, di certo non poteva mancare la Grande Mela, patria dello shopping. Prenotando uno dei tanto voli low cost per New York, avrete la possibilità di immergervi nelle ultime tendenze degli stilisti più famosi del mondo. Il modo migliore per godersi la città è percorrerla a piedi, girarsi i vari distretti e ammirare le vetrine delle boutique, togliendosi qualche sfizio qua e là per rinnovare il proprio guardaroba.



Catiuscia Polzella