Viaggi Virtuali al tempo del Covid: l’inizio di una nuova era?

Inutile rimuginare sulla retorica per cui viaggiare è necessariamente un’esperienza concreta se ti rechi sul posto, o secondo la quale “la vita è un libro e chi non viaggia ne legge soltanto una pagina”, per dirla alla maniera di Sant’Agostino.

Entrambe le affermazioni sono false, se si considera che da sempre si viaggia con la mente immaginando, attraverso il supporto di guide da leggere o programmi come Google Maps o Earth.

Mosca
10Cose.it

Innegabile che questi mezzi, tradizionali o multimediali che siano, non facciano altro che fomentare la voglia di tornare davvero a viaggiare, anche fisicamente, ma per il momento non demonizziamo tour virtuali che, a prescindere dai tempi pandemici odierni, possono consentire a chi ha poca possibilità di spostarsi anche in futuro di assaggiare con la mente e con gli occhi la bellezza di un qualsiasi luogo.

È quel che organizza Miravilius, startup italiana che porta i viaggi direttamente a casa tua, attraverso l’utilizzo di un dispositivo elettronico su cui sia possibile accedere alla piattaforma Zoom.

Mosca
Le vernici ignifughe per il legno Firewall

Domenica 11 Aprile dalle 14:30 alle 15:40, grazie a Miravilius, senza prendere nessun aereo e fare nessun check-in è capitato al sottoscritto di andare a Mosca, l’affascinante capitale della Russia.

Complimenti alla guida Eugenio Kundin, che ha restituito allo spettatore, attraverso riprese in movimento (la qualità andrebbe migliorata, tuttavia), il piacere d’una scoperta fatta di storia, arte e cultura, ma anche di aneddoti, soprannomi e curiosità.

Vedere tanta gente senza mascherina (perché l’obbligo lì sussiste solo al chiuso) ritornare piano piano alla normalità di un tempo, lasciandosi inebriare dal sole cittadino in ariose strade culminanti nella centrale Piazza Rossa, da un lato è stato motivo d’invidia sana, dall’altro uno sprone a non mollare, perché anche se in Italia siamo lenti su tutto, prima o poi le cose miglioreranno anche da noi: siam tutti figli di questo mondo!

Mosca
Zingarate.com

Il tutto rispondendo a domande in chat dei visitatori virtuali e nel segno di una leggerezza avvolgente, specie quando ti trovi di fronte, anche se seduto al tavolo della cucina, l’ortodossa e maestosamente colorata cattedrale di San Basilio.

“Quando si atterra a Mosca col buio, mentre l’aeroplano vira lentamente sulla città in attesa che trasmettano il segnale di via libera, è facile che l’occhio incontri dal finestrino il grattacielo dell’Università, sui Monti dei Passeri. Le luci sono accese dietro innumerevoli finestre, fioche, è vero, ma nella notte brillano; e sulla guglia più alta brucia ancora la stella rossa, come una volta”.

Queste le parole del noto storico Alessandro Barbero: ricordiamocele per quando davvero – e ce lo auguriamo presto – un giorno chi vorrà potrà sorvolare il continente ed approdare nell’antica capitale degli zar.

Che, se vista a casa tua è affascinante, se sul posto è travolgente, come l’eleganza dei grandi magazzini storici Gum in pieno centro.



Christian Liguori