Una famiglia su 3 faticherà a pagare le bollette: come contenere i costi

Per molte famiglie italiane l’immediato futuro si prospetta faticoso e precario, in termini di costi relativi ai consumi di energia elettrica e gas.

Con l’inverno alle porte e l’aumento dei prezzi delle materie prime, la prospettiva non è tranquillizzante, ma soprattutto diventa prioritaria la necessità di risparmiare acquisendo nuove abitudini e comportamenti.

Aumento dei costi: l’impatto sull’economia domestica 

Il Rapporto Coop 2022 non lascia dubbi sulle difficoltà che sempre più famiglie si troveranno ad affrontare in conseguenza del rincaro delle bollette di luce e gas.

Le percentuali previste sono inclementi: entro la fine dell’anno oltre il 30% delle famiglie non sarà in grado di saldare le bollette, trovandosi nella necessità di modificare profondamente i propri stili di vita.

Molti italiani dovranno ridurre non solo i consumi, ma anche le spese generali, evitando tutte quelle attività “non necessarie”, come per esempio i pasti fuori casa e gli svaghi come cinema e teatro, che rappresentano tuttavia importanti occasioni di socializzazione e di intrattenimento. 

Dalle tariffe alle accortezze in cucina: come risparmiare 

Per ridurre i consumi, tuttavia, è possibile non solo modificare le proprie abitudini, ma anche apprendere nuovi e più virtuosi comportamenti. Ecco di seguito alcuni consigli utili e pratici che potranno essere di grande aiuto per risparmiare in bolletta. 

Controllo delle bollette

Prima di tutto è buona norma leggere con attenzione le proprie bollette, cercando di comprendere le singole voci per valutare l’effettiva convenienza del contratto attualmente in vigore. Per capirlo può essere anche utile mettere a confronto i prezzi del gas su facile.it, un portale di comparazione delle tariffe. In questo modo si potrà scegliere rapidamente la soluzione più indicata per i propri standard di consumo domestici.

Scelta della caldaia 

Per quanto possa sembrare complesso e dispendioso sostituire la caldaia, si tratta di una scelta che incide molto positivamente sui risparmi, poiché una caldaia ad alta efficienza garantisce il minor dispendio di energia. Oltre a essere immediato, il risparmio nel tempo consentirà di ammortizzare la spesa iniziale. Inoltre, essendo più efficienti, caldaie di questo tipo sono anche molto meno inquinanti per l’ambiente, motivo per cui è possibile usufruire di incentivi per l’acquisto.

Isolamento termico 

La dispersione del calore determina uno spreco di energia che, come si può intuire, incide negativamente sulla bolletta. In Italia, in particolare, questo problema è accentuato dal fatto che in molte città gli edifici residenziali sono antichi e rientrano quindi nelle fasce energetiche più basse, gravando sull’ambiente e sul bilancio familiare. Laddove possibile, dunque, è bene prendere in considerazione la possibilità di apportare modifiche all’isolamento dell’abitazione.

Il cappotto termico è la migliore soluzione, anche se comporta un investimento importante. In alternativa, si può optare per la sostituzione degli infissi e la copertura degli spifferi. Sicuramente una spesa minore, ma che permette di ottenere risparmi sulla bolletta fino al 20%.

Corretto uso degli elettrodomestici 

Modificare le proprie abitudini in termini di utilizzo degli elettrodomestici può rappresentare una scelta importante per il risparmio sulle bollette. Buona norma è usare il forno a microonde per cucinare, in quanto consuma molta meno energia rispetto al classico forno a gas. Per quest’ultimo, invece, è consigliabile scegliere sempre dei fornelli di piccole dimensioni, cercando di ridurre anche i tempi di cottura per ottimizzare i consumi.

Particolare attenzione va posta per gli elettrodomestici più “energivori”: lavastoviglie e lavatrice, per esempio, dovrebbero essere utilizzate sempre a pieno carico, possibilmente impostando una temperatura non superiore ai 60°C e sfruttando i programmi Eco.

Accortezze in cucina 

Tante le accortezze possibili in cucina, dall’utilizzo della pentola a pressione fino al metodo di cottura al vapore. Molto importante è cercare di preparare ricette veloci, e ricordarsi di usare sempre il coperchio, che consente di ridurre i tempi di cottura bloccando la dispersione del calore. Anche tagliare gli ingredienti in pezzi più piccoli (come per esempio le patate) può fare la differenza, in modo da non indugiare troppo sui fornelli. 

Proprio nella difficoltà, forse, è più facile cogliere l’occasione per apprendere nuovi comportamenti virtuosi e più rispettosi per l’ambiente, nella speranza che questa fase critica passi presto. 



Claudia Ruiz