Tour de France 2019: è nata una nuova stella ai Campi Elisi

Egan Bernal è il vincitore del Tour de France 2019. Il colombiano, alla sua seconda partecipazione alla Grand Boucle, è arrivato in maglia gialla sui Campi Elisi. Il classe 1997 ha vinto ovviamente anche la classifica dedicata ai giovani, raggiungendo così un ristretto gruppo di corridori che appartengono all’elitè del mondo del ciclismo come Fignon , Ullrich, Contador e Schleck.

Il Tour de France 2019 è stata una delle edizioni più combattute degli ultimi anni. Alaphilippe, che ha vestito la maglia gialla per oltre quattordici giorni, ha ceduto il simbolo del primato al giovanissimo Bernal nella seconda tappa alpina. Nella tappa caratterizzata dall’imprevista neutralizzazione sulla cima dell’Iseran, a causa di un’improvvisa grandinata sulla parte finale del tracciato, Bernal è riuscito a fare la differenza sull’ultima salita staccando nettamente sia la maglia gialla sia il suo compagno e ex-capitano Thomas.

L’ultima tappa alpina ha definito il podio finale che viene completato da Thomas e Kruiswijk. L’olandese ha conquistato così il suo primo podio in un grande giro mentre l’inglese non è riuscito a replicare il successo dello scorso anno. Alaphilippe è andato in crisi a 13 chilometri dal traguardo abbandonando i sogni di gloria, ma terminando comunque quinto nella classifica generale. Il francese ha vinto il premio dedicato al ciclista più combattivo del Tour.

Fonte: Tellerreport

Peter Sagan ha vinto la maglia verde per la settima volta in carriera, superando il precedente primato di Zabel a quota sei. Nonostante una sola vittoria di tappa, la sua costanza gli ha permesso di conquistare la speciale classifica dedicata ai velocisti terminando davanti a Caleb Ewan e Viviani. Il corridore australiano è stato l’unico in grado di vincere ben tre tappe in questa edizione del Tour.

La maglia a pois è andata a Bardet che ha così parzialmente riscattato un Tour che doveva affrontare da protagonista. Tuttavia non l’ha mai visto veramente in lotta per il titolo.

La Movistar ha vinto la classifica a squadre, piazzando ben tre atleti nella top ten generale (Quintana, Landa e il campione del Mondo Valverde), ma nessuno sul podio.

Oltre a Bernal, primo sudamericano della storia a vincere il Tour, la Grand Boucle può essere il punto di svolta nella carriera di Alaphilippe. Il francese, specializzato nelle corse di un giorno, ha dimostrato di poter ambire alla vittoria di una grande corsa a tappa.



Tommaso Pirovano