Smart working: 4 trucchi per non ingrassare

Lo smart working è ormai sempre più diffuso anche in Italia: con la pandemia il lavoro agile da casa ha iniziato infatti ad essere adottato da moltissime aziende, che hanno poi deciso di proseguire su questa linea per gli effettivi vantaggi sperimentati. Ormai anche la maggior parte dei dipendenti si è abituata allo smart working e sostiene di apprezzare questa modalità di lavoro, ma c’è un problema che in molti hanno lamentato proprio con l’arrivo dell’estate. Parliamo dell’alimentazione e della tendenza ad ingrassare. 

Lavorando da casa, infatti, il tempo a disposizione aumenta, le pause sono più frequenti e la tentazione di aprire il frigorifero per fare uno spuntino è sempre in agguato. Come fare allora per evitare di ingrassare e mantenere un’alimentazione equilibrata quando si lavora in smart working? Ecco alcuni consigli utili. 

#1 Fare una colazione abbondante

Ormai lo sappiamo tutti: la colazione è il pasto più importante della giornata ed è anche quello che viene smaltito meglio. Ciò significa che non ha alcun senso rinunciare alla colazione nel tentativo di perdere qualche chilo di troppo o comunque di mantenere la linea. Al contrario, conviene puntare proprio su questo pasto, con delle porzioni abbondanti in modo da saziarsi e non ritrovarsi con fame e stomaco vuoto a metà mattina. Se si salta la colazione, infatti, non solo il metabolismo fa più fatica ad attivarsi ma si rischia di mangiare molto di più durante la giornata.

#2 Una caramella ogni tanto per gratificare il palato

Lavorare in smart working significa avere la dispensa ed il frigorifero sempre a portata di mano ed è questo il vero problema. In molti, infatti, si lasciano attirare dalle classiche voglie in più momenti della giornata e gli spuntini fuori pasto sono quelli che rischiano maggiormente di far ingrassare. Una strategia utile per gratificare il palato può essere dunque quella di mangiare ogni tanto delle caramelle sfiziose, come le liquirizie ripiene . Certo, non ci si può permettere di esagerare nemmeno in tal senso, ma sicuramente una caramella non fa la differenza e anzi offre una dose extra di energia. 

#3 Dedicare il giusto tempo al pranzo

Un errore che commettono molti di coloro che lavorano da casa è quello di saltare la pausa pranzo oppure mangiare in modo sregolato, magari direttamente davanti al PC e di fretta. Non esiste sbaglio peggiore di questo, anche perché la conseguenza non è solo legata alla linea ma anche alla salute. Mangiare velocemente, senza dedicare il giusto tempo al pranzo, è sbagliatissimo in quanto influisce anche sulla digestione e può provocare problemi di stomaco. 

#4 Impostare degli orari precisi

Un ultimo consiglio per evitare di ingrassare per via dello smart working è quello di impostare degli orari precisi per ogni pasto. Che si tratti della colazione, del pranzo, dello spuntino pomeridiano o della cena, è fondamentale rispettare un certo ritmo. Solo in questo modo si permette al metabolismo di regolarsi e funzionale al meglio, anziché andare completamente in tilt: cosa che avviene appunto quando si mangia in modo sregolato e senza orari. 



redazione