Sinner e Berrettini

Sinner e Berrettini: il futuro del tennis italiano

Quello appena trascorso è un weekend da ricordare per il tennis italiano, grazie a Sinner e Berrettini. Dopo oltre 41 anni un italiano (Berrettini) è tornato a disputare le ATP Finals, mentre il giovanissimo Jannik Sinner ha vinto la terza edizione delle ATP Next Gen Finals, disputatesi a Milano.

L’ATP Next Gen Finals è un torneo riservato ai migliori under 21 del mondo. I primi sette del ranking accedono di diritto al torneo, mentre l’ottavo viene scelto tramite una wild card.

Sinner, wild card del torneo, ha battuto in finale il più quotato De Minaur, che occupa la diciottesima posizione del ranking ATP. Il 18enne di San Candido ha giocato quella che per ora è la miglior partita della sua breve carriera, attaccando e conducendo il match dall’inizio alla fine. Per De Minaur è la seconda sconfitta di fila, dopo essere stato battuto nella scorsa edizione da Tsitsipas. Sinner, attuale numero 95 del ranking, si avvia con questa vittoria verso la conclusione della stagione, che terminerà ufficialmente dopo il Challenger di Ortisei.

Il miglior tennista italiano della stagione è stato impegnato domenica nella sua prima partita delle Finals contro Djokovic. Il serbo ha giocato una partita quasi perfetta, mentre Matteo Berrettini ha commesso troppi errori, che si sono dimostrati poi decisivi. Il match, durato solo 1h e 2 minuti, si è chiuso sul 6-2 6-1 per Djokovic. Per entrare ancora di più nella storia del tennis italiano, Berrettini dovrà vincere la prossima partita contro lo sconfitto della sfida tra Federer e Thiem. Vincendo la sfida di martedì Berrettini diventerà il primo italiano a vincere una partita alle ATP Finals. Raggiungere la vittoria non sarà facile, ma dopo quanto di bello mostrato in questa stagione dal ventitreenne romano nulla è impossibile.

Fonte: USOpen

Sinner e Berrettini sono sicuramente degli ottimi prospetti per il futuro del tennis italiano e guardando al futuro la prossima stagione sarà molto importante per entrambi: Matteo cercherà sicuramente di confermarsi tra i migliori del mondo, mentre Sinner cercherà di affermarsi tra i grandi con il suo talento.