Ritorna ArteFiera: Bologna regina d’arte

Alfonso Lauria

In ARTE / Alfonso Lauria / Comments

Fin dalla sua antichissima fondazione, ad opera degli Etruschi, Bologna ha sempre sviluppato un continuo e profondo contatto con il mondo dell’arte e della cultura. Quando nel 1088, proprio a Bologna, nacque la più antica Università d’Europa, tale rapporto andò sempre più a consolidarsi, rendendola una delle realtà più affascinanti del mondo.

Bologna, d’altronde, ha dato i natali ad alcune delle menti più intriganti e geniali che la storia dell’uomo abbia mai conosciuto. Basti ricordare Carducci, Pasolini, i Carracci o, per essere più vicini ai giorni nostri, la tormentata penna di Lucio Dalla. Insomma, l’arte rappresenta una delle compagne più fedeli della città di Bologna. Per celebrare questo legame con l’arte, nel 1974 è stata fondata ArteFiera, una delle fiere d’arte contemporanea più longeve ed importanti del panorama italiano e mondiale.

Istituita nel 1974 presso il centro fieristico di Bologna e progettata dal grande architetto giapponese Kenzo Tange, ArteFiera è diventa in pochissimo tempo un punto di riferimento della scena artistica internazionale, richiamando nel capoluogo dell’Emilia Romagna, artisti, collezionisti e galleristi tra i più importanti del pianeta.

Nel corso delle sue edizioni annuali, ArteFiera, ha contribuito notevolmente ad arricchire ed affascinare la ricerca artistica contemporanea, anche attraverso manifestazioni artistiche tenute da performers di un certo spessore e tra i più importanti del panorama artistico globale, come Marina Abramovic.

Dal prossimo 2 Febbraio e per i successivi tre giorni, ArteFiera ritornerà protagonista del circuito artistico contemporaneo, manifestandosi in tutto il suo splendore. Dato che in passato questa fiera ha già dimostrato che il mondo dell’arte sa ancora partorire opere ed artisti curiosi ed originali, l’attesa per questo evento è paragonabile ad un vero e proprio capodanno dell’arte.  La kermesse bolognese è la concretizzazione più squisita dell’incredibile potenza rivelatrice dell’arte, che, tra le mura della cittadella del centro fieristico, risplende di luce propria, rivelando al mondo i suoi suggestivi traguardi.

Quella del 2018 sarà un’edizione a forti tinte nazionali, che porrà sotto i riflettori la grande originalità dell’arte italiana, confermando la folta presenza di molti espositori tricolore. Nel corso della sua 42esima edizione, ArteFiera, ha voluto in qualche modo omaggiare e rafforzare il suo essere italiana e di conseguenza la grande forza dell’arte del nostro paese.

Fin dalle primissime organizzazioni, la direttrice Angela Vettese, ha specificato come l’obiettivo principale fosse quello di confermarsi prima di tutto ed ancora una volta come “fiera italiana”, che affonda le sue radici nel proprio territorio e ne valorizza i talenti.

Gallerie di tutto il mondo, oltre che italiane, vivacizzeranno l’intero percorso per tutta la durata della fiera, con alcune sezioni che spiccheranno su altre, come “Solo Show” nella quale sarà presente un solo artista, “Nueva Vista” dedicata agli artisti emergenti e “Photo” un approfondimento sull’arte fotografica.

Ritornerà anche “Printville“, la sezione dedicata alle originali creazioni d’artigianato e opere di varia natura ed, infine, un’ulteriore carica di dinamicità sarà conferita ad artisti di ogni generazione e da “Modernity“, la sezione che intende riflettere sui nuovi approcci alla modernità.