Ragazza con l’orecchino di perla di Vermeer: l’opera scomparsa per duecento anni

In ARTE by Alice De MatteoLeave a Comment

Ragazza con l’orecchino di perla (o Ragazza col turbante) di Vermeer è l’icona dell’arte olandese del XVII secolo. La piccola tela di 44,5×39 centimetri è attualmente conservata al museo La Mauritshuis presso l’Aia e la purezza dello sguardo e l’emotività della ragazza ritratta incanta ammiratori del più famoso quadro di Vermeer da sempre (alla cui fama hanno contribuito il successo dell’omonimo film e libro).

L’età dei lumi fu l’epoca d’oro per la pittura olandese, ricca di numerosi artisti tra cui spiccano i nomi di Vermeer e Rembrandt. Johannes Vermeer si formò sperimentando diversi stili nella sua città natale: Delft, all’epoca uno dei centri olandesi di maggior spessore culturale ed economico. Tra i soggetti preferiti da Vermeer vi è la figura femminile, spesso ingioiellata e vestita secondo la moda della classe mercantile borghese del tempo.
Della biografia dell’artista non si hanno molte notizie: morto all’età di quarantatré anni, il suo nome cadde nell’oblio ed ancora oggi molti studiosi cercano informazioni sulla vita del pittore. Così come la sua vita, anche il suo più celebre quadro scomparve. Ragazza con l’orecchino di perla venne riscoperto solo nel 1891 presso un’asta all’Aia, quando venne acquistato da un collezionista a cui il quadro venne venduto come dipinto anonimo. Solo attraverso il restauro ne venne scoperta la paternità.

La Gioconda del Nord probabilmente non è un ritratto reale ma una rappresentazione realizzata in studio, infatti non si ha nessuna informazione sulla sua protagonista. L’opera è stata spesso paragonata ad un altro quadro di Vermeer conservato al Metropolitan Museum: Ragazza con velo (o Ritratto Wrightsman).

Per info: https://www.holland.com/it/turismo/destinazioni/laia/musei/royal-picture-gallery-mauritshuis-1.htm

Se vuoi leggere un articolo sulla mostra di Eva Amos a Milano, qui il link.