caso umano zio benny

Altro che amore e capoeira, la nuova hit è: “Sesso e quarantena”

Quando mi è stato concesso questo spazio nella programmazione settimanale di Social Up avevo in mente un obiettivo ben preciso: l’ironia. Raccontalo a Zio Benny è nato dall’esigenza di rispondere alle domande dei nostri lettori, confrontarci con loro sulle tematiche più svariate, senza porci limiti. La leggerezza è sempre stato l’ingrediente principale, anche quando gli argomenti erano pungenti e complessi. Oggi, però, mantenere questa promessa è un po’ più difficile. E’ complicato ignorare ciò che sta succedendo e non considerare le grandi difficoltà che tutti noi stiamo patendo.

A proposito di difficoltà, sto raccogliendo numerosi sfoghi sulle conseguenze di #iorestoacasa. Una misura necessaria, giusta e che mi auguro tutti stiano rispettando, ma #iorestoacasa, per moltissimi è una vera e propria sfida al sistema nervoso centrale. Qualcuno ha polemicamente condiviso sulla propria bacheca Facebook: “Ai nostri nonni è stato chiesto di andare in guerra, a noi ci viene chiesto di restare a casa!”

zio benny sesso e quarantena

Vero, sacrosanto, alziamo le mani, ma come non intenerirsi all’appello di Fiorenzo che, da quando hanno chiuso il suo bar, convive tutto il giorno con quell’amore di sua suocera. Come non ascoltare lo sfogo di Luisa, madre di tre gemelli, che ha rivalutato l’importanza della scuola, del catechismo e di tutte quelle attività che scaricavano le batterie di tre pimpanti bambini. L’appello di Paola che in casa non ha una madre, ma un’intera impresa di pulizie e ogni giorno rivive sempre la stessa giornata, le grandi pulizie di primavera!

Io personalmente convivo con la reincarnazione di Maria Callas, avete presente la cantante, quella lirica? Esatto, mia madre è detta anche Annamaria l’urlatrice. Lei non lo fa di proposito, ma il suo tono di voce è impostato dalla nascita in modalità MAX, e come se non bastasse, per la legge del contrappasso mia nonna è quasi del tutto sorda. Una manna dal cielo quando decidi di concentrarti.

Ma se le scaramucce di convivenza sono all’ordine del giorno, c’è qualcosa che all’ordine del giorno proprio non c’è: il sesso. E bene sì, #iorestoacasa ha innescato un’ondata di astinenza mai registrata nella storia. Salvata la faccia dei matrimoni felici o delle coppie conviventi, tutti gli altri sono lì, bramosi e in attesa. Per tali ragioni, mi sono addentrato nei meandri più oscuri della psiche e senza vergogna ho chiesto a destra e a manca, come gli italiani stanno combattendo l’astinenza. Lo sentite anche voi questo motivetto che fa “Sesso e quarantena”?

In questo clima di mancato fiki fiki ho delineato due macro categorie. Da una parte i fidanzati separati da #iorestoacasa e per i quali l’autocertificazione non prevede il copulare, nemmeno a giorni alterni. Dall’altra i single che, invece, non possono riversarsi in strada o nei locali alla ricerca di selvaggina con cui condividere momenti di scioglievole piacevolezza.

zio benny sesso e quarantena

Non mi pare un caso che l’uomo più seguito negli ultimi giorni sia il nostro Premier, Conte. Negli ultimi giorni il web è esploso di meme che mettono in risalto l’avvenenza del nostro Presidente del Consiglio, sebbene ricopra questo ruolo da un bel po’ di tempo, ma che prima passava tranquillamente inosservato. Come combattere quest’astinenza? E’ un vero peccato che io non sia la sexy dottoressa Giò e per tale motivo non posso offrirvi una terapia collettiva di sostegno per l’astinenza, ma rimedi medici no, rimedi pratici sì.

Per i fidanzati e per i single, alla base di tutto, c’è un unico rimedio, portato in voga negli anni ’90 da Céline Dion: All by myself. Esatto fai tutto da te. D’altronde si sa, chi fa da sé è come se facesse per tre, quindi in pratica è soddisfacente quanto un threesome.

Ma se restare in casa, a guardare le dirette di cantanti ed attori o di Jill che ci insegna a mantenere i glutei duri anche in tempi di Coronavirus, vi ha annoiati, ecco che vengono in soccorso questi stuzzicanti rimedi.

Fidanzati, amici con benefits o chi è solito scovare i propri incontri online può utilizzare le video chiamate. Esatto, tutto ciò che occorre è un po’ di intimità, uno smartphone, il wifi e tanto, tanto bollore. Superati i primi momenti d’imbarazzo e una volta che vi sarete “messi a nudo”, tutto procederà da sé. Attenzione, sebbene questo metodo sia sicuro da gravidanze indesiderate e malattie sessualmente trasmissibili, non si assicura una miglioria della prestanza maschile. Chi soffre di precocità, continuerà a soffrire di precocità.

Per i single incalliti o per i timidoni più irremovibili un soccorso arriva da Max Felicitas. Esatto il giovane porno attore che, metaforicamente parlando o forse no, vuole ciullarsi il Siffredone nazionale, nel 2017 ha lanciato un video di attuale e universale efficacia. Proprio come un promettente profeta Maya, Max Felicitas ci insegna a fabbricare una vagina casalinga. Non voglio spendere altre parole, se non sulla maglia indossata nel video. L’adoroh! Max se sei in ascolto, pensami, intensamente, non in quel senso! Voglio la tua maglia.

Per i lupi solitari arrivano due ottime notizie. La prima è che farmacie e parafarmacie restano aperte con la possibilità di approvvigionarsi di lubrificante. La seconda arriva dalle aziende di film e video sporcaccioni. Se il sito xHamster aveva concesso una fruizione gratuita alle zone rosse di Lombardia e Veneto, il suo concorrente in fatto di porno, Porn Hub rilancia con un mese di contenuti premium totalmente gratuiti per l’intera nazione. Insomma il mondo del porno si è reso conto che l’astinenza forzata è una vera minaccia alla sanità mentale di moltissimi italiani. Dunque perché non approfittarne? Altro che flashmob sui balconi di casa, Porn hub ci invita a combattere sesso e quarantena con un’esplosione collettiva di piacere.

E tu come stai affrontando questo momento di mancato sesso e quarantena? Scrivimelo a benito.dellaquila@socialup.it o cercami su IG @lookonart o su whatsapp 3319764913



Benito Dell'Aquila