Quali sono i tormentoni che stanno scaldando l’estate 2022

E’ arrivata finalmente la tanto sognata estate e cosa rende un’estate degna di questo nome? La playlist delle hit estive 2022! Ci sono tutti i nostri amati cantanti, Takagi & Ketra anche questa estate non sbagliano un colpo, anzi si trascinano due anti tormentoni, ci sono i Boomdabash che quest’anno hanno chiamato Annalisa a ballare sul palco con loro e poi Elodie, Rkomi e Fedez che ormai ci ha preso gusto a riprendere sonorità degli anni ’70 e farci ballare.

Quale sarà la tua colonna sonora per questa estate?

LA DOLCE VITA- Fedez Tananai Mara Sattei

La dolce vita, come si evince dal titolo stesso, conferma la cifra artistica dell’estate firmata Fedez.Un cocktail coloratissimo, in cui sonorità twist che rimandano ai grandi successi e alla spensieratezza degli anni 60 italiani, vengono mixati con una scrittura ironica ma al tempo stesso stilosa e fresca. Le voci di Tananai e Mara Sattei vengono sapientemente miscelate a completamento di questo pezzo, dove la contemporaneità incontra le suggestioni vintage. Il risultato è ovviamente una canzone che non solo sa di mare e di sole, ma è una vera e propria cartolina dell’estate italiana.

Fedez dichiara “Sono felice di questa splendida collaborazione, ci siamo divertiti a scriverla, cantarla e interpretarla. Si percepisce nell’aria che c’è il desiderio di tornare a scatenarsi, per cui spero che questo pezzo faccia ballare tutti, tutta l’estate”

TROPICANA – Boomdabash feat Annalisa

“Tropicana” segna il ritorno in musica in grande stile dei Boomdabash, band record d’ascolti delle estati italiane che nei soli ultimi cinque anni ha collezionato oltre 25 dischi di platino con successi clamorosi di hit. Il brano è una summer hit  in perfetto stile reggae – pop, un pezzo di grande impatto che mescola sapientemente sonorità dance, reggae, pop, soul, drum & bass e hip hop, un brano destinato a farci alzare il volume per tutta l’estate, rispecchiando l’inconfondibile grinta che da sempre caratterizza il gruppo, una delle band italiane più acclamate e apprezzate della scena contemporanea italiana.

BUBBLE – Takagi & Ketra feat Salmo e thasup

Takagi & Ketra non hanno mai smesso di sorprendere, sperimentando fra generi e sonorità, e ancora una volta i Re Mida del pop italiano sparigliano le carte insieme a due artisti che, con il loro personalissimo stile, hanno cambiato i connotati della scena musicale. Bubble è l’anti-tormentone estivo, una traccia che rievoca le sonorità techno-rave anni ‘90 quando i rapper si avventuravano su tempi veloci per infuocare i dancefloor di tutto il mondo. Salmo e thasup, tra gli artisti italiani preferiti da Takagi & Ketra, si incastrano perfettamente sulla strumentale creando una vibe unica ma soprattutto inedita per il panorama musicale italiano.

UBRIACO DI TE – Dargen D’amico

Attualmente impegnato al tavolo della giuria della nuova edizione di “X Factor” e in tour con i suoi live in tutta Italia, Dargen D’amico torna con un brano che dà il benvenuto all’estate e invita nuovamente il pubblico a scatenarsi in pista. “Ubriaco di te” arriva a pochi mesi dalla pubblicazione di “Nei sogni nessuno è monogamo”, il suo decimo album in studio.

TRIBALE – Elodie

“Tribale” è l’estate targata Elodie, prodotta da ITACA e scritta da Federica Abbate e Jacopo Ettorre con la stessa Elodie. Il nuovo brano segue l’uscita di “Bagno a mezzanotte”, singolo certificato disco di platino, che ha dominato la classifica italiana dell’airplay radiofonico per quattro settimane e tutt’ora stabile in top5, aggiungendo un ulteriore tassello al successo di Elodie. Nell’ultimo anno il talento e le molteplici declinazioni musicali dell’artista sono state raccontate attraverso “Vertigine”, disco di platino, che ha ottenuto quasi 30 milioni di stream totali, e “La coda del diavolo” collaborazione con Rkomi certificata doppio disco di platino.

MARE MALINCONIA – Franco126 & Loredana Bertè

Poteva essere solo Loredana Bertè ad affiancare Franco126 nell’interpretazione di questa storia. Una canzone come un’antica leggenda che vede protagonista una donna coraggiosa nella sua sfrontatezza ma anche fragile nella sua sensibilità. Il mare in questa canzone è un elemento simbolico e allo stesso tempo reale, dove la donna si butta perché non percepisce la minaccia (o proprio per questo) del tempo e della vita, ma sa che solo buttandosi potrebbe sempre risorgere e rinascere dalle proprie ceneri. Franco126 con parole quasi di uso quotidiano riesce a creare una storia che sembra derivare da un racconto popolare, in cui la donna pur tentando il tuffo estremo, diventando vento e non tornando più, potrebbe invece riemergere dalle acque più bella e sicura che mai. Insomma: una narrazione. Con un finale aperto alle interpretazioni.



Claudia Ruiz