Porto, Cracovia, Bordeaux… Mete alternative per viaggi unici

Quale periodo migliore se non l’autunno per staccare la spina e partire per un lungo weekend? Per chi ama l’avventura o, semplicemente, è stanco delle solite mete, ecco 7 capitali europee alternative alle destinazioni più in voga del momento. Sette città tutte da scoprire che non lasceranno di certo delusi. Per chi è affascinato dai ritmi calienti della Spagna, alla movida notturna e al divertimento puro, Barcellona rimane sempre la meta numero uno. Eppure all’interno della penisola iberica non è difficile trovare una valida alternativa. Una di esse è la città di Porto, seconda città più grande del Portogallo.

PORTO

Meno conosciuta dai turisti italiani (probabilmente a causa del costo del volo), la città offre notevoli opportunità di divertimento. Degustazioni enogastronomiche per assaporare il vero “Porto”, lunghe passeggiate sulla spiaggia, numerose gallerie d’arte e diverse bellezze architettoniche. Ne sono un esempio il corso principale nel centro città Avenida dos Aliados, i magnifici giardini del Palacio de Cristal o le miriade di piastrelle dipinte (azulejos) che adornano l’interno della stazione di São Bento, l’esterno della chiesa di Santo Ildefonso o il quartiere dell’arte di Rua de Miguel Bombarda. La bellezza della città si sposa perfettamente con una frizzante movida notturna, ideale per chi è alla ricerca di un mix tra cultura e divertimento.

CRACOVIA

Per chi, invece, è rimasto folgorato dalle bellezze dell’est Europa ed in particolare dall’atmosfera magica che si respira a Praga, resterà ugualmente sorpreso dalla città polacca di Cracovia. In un connubio perfetto tra architettura gotica, rinascimentale e barocca, il centro storico si sviluppa intorno alla Piazza del Mercato, la più grande piazza medievale d’Europa. Da qui è possibile osservare la torre civica del Municipio, il grande Mercato dei tessuti (Sukiennice) e soprattutto la Basilica di Santa Maria. Riscaldati da un timido sole autunnale, all’ombra dell’imponente castello di Wawel Hill, è possibile, inoltre, degustare l’ottima birra e la squisita cucina polacca, godendo, al tempo stesso, di uno spettacolo di rara bellezza.

BORDEAUX

Tra le mete alternative Bordeaux è una valida scelta alla città di Parigi. Situata sull’Oceano Atlantico, la città offre un bellissimo centro storico, dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 2007, ricco di edifici religiosi e civili. Tra le attrazioni spicca senza dubbio la Piazza della Borsa, al quarto posto nella classifica delle più belle piazze del mondo. Collocata a ridosso della Garonna, la piazza è stata resa ancora più unica grazie ad un grande progetto di ingegneria moderna. Nel 2006, infatti, è stato costruito uno specchio d’acqua artificiale che riflette la piazza e il palazzo della camera e dell’industria di Bordeaux e, sotto al quale, è presente una cisterna che permette all’acqua di scendere e salire in superficie.

BERLINO

Per chi ama, invece, le metropoli multiculturali e quello stile un po’ underground, Londra è sicuramente la scelta adeguata. Tuttavia, Berlino è una più che valida meta alternativa. A 25 anni dalla sua riunificazione, la capitale tedesca continua ad essere una città in continua evoluzione: attraverso i luoghi che hanno segnato la storia del mondo contemporaneo, le attrazioni culturali, la vivacità dei quartieri e gli innumerevoli eventi, festival e manifestazioni che si susseguono, rendono la città una meta d’obbligo per chi  è affascinato dai viaggi non solo ad occhi aperti.

STOCCOLMA

In molti, nel corso della storia, hanno cercato di imitarla, ma Venezia è da sempre una città unica nel suo genere. Eppure Stoccolma potrebbe essere una valida meta alternativa nordica. Situata su 14 isole che al lago Mälaren si protendono sul Mar Baltico, la città è circondata da canali percorribili in barca che ricreano quella magica atmosfera che si respira nella lacuna veneziana. Inoltre, vanta un notevole numero di musei, da quelli dedicati all’arte e al patrimonio della famiglia reale a quelli meno tradizionali, come lo Junibacken, il museo di Pippi Calzelunghe, o il Museo del gruppo svedese degli ABBA.

BUDAPEST

Per gli appassionati di architettura, Vienna rimane sempre il luogo di maggiore attrazione. Eppure Budapest ne costituisce una valida seconda scelta, sia per i prezzi modici che per la temperatura più mite. Situate entrambe lungo le sponde del Danubio, la due città presentano edifici storici imponenti, chiara testimonianza dell’influenza dell’Impero austro-ungarico. Anche l’atmosfera che si respira nelle due città è molto simile, anche se Budapest offre uno scenario in più. L’incantevole bellezza della città vecchia di Buda e la presenza di elementi architettonici turchi, che contribuiscono ad esaltare il suo carattere di città a metà tra il mondo occidentale e quello orientale.

BRUGES

Infine, non poteva di certo mancare Amsterdam, con i suoi canali e i suoi mulini a vento. A pochi chilometri dalla capitale olandese, la città belga di Bruges costituisce un’ottima meta alternativa . La somiglianza tra le due città è impressionante. Con i suoi canali e le sue caratteristiche strade acciottolate, la cittadina belga offre un meraviglioso centro storico ricco di architetture medievali, tanto da essere proclamato patrimonio dell’UNESCO nel 2000. A rendere ancora più magica l’atmosfera sono i colori dell’autunno che sembrano quasi trasportare il visitatore in una tela fiamminga dipinta a regola d’arte.



Catiuscia Polzella