Orietta Berti e Ornella Vanoni sono le regine dell’estate

In quella che si preannuncia essere l’estate più calda degli ultimi anni, arrivano delle fiamme focose ad innalzare la temperatura. Di chi stiamo parlando? Ovviamente delle Rosse per eccellenza Orietta Berti e Ornella Vanoni, che stanno letteralmente infiammando le radio di tutta la penisola. Dai villaggi turistici, ai baretti sulla spiaggia, nei centri commerciali e ai karaoke, tutti ma proprio tutti cantano i due pezzi estivi di cui sono protagoniste: “Mille” e “Toy Boy”. Ma qual è il segreto del loro successo?

Due rosse alla riscossa

Chi l’avrebbe mai detto che dopo anni Ornella Vanoni e Orietta Berti sarebbero riuscite a reinventarsi, ancora una volta e così bene? Il mondo del tormentone estivo si sa non perdona: o sei top o sei flop. E che le due diventassero hit, non era davvero pensabile. Però era scritto nelle stelle di Sanremo 2021. Che il cambiamento fosse vicino lo si era intuito già durante il Festival, a cui entrambe hanno preso parte. La Berti, sfoderando una serie di scintillanti look totally paillettes e dopo essere stata fermata dalla polizia per aver violato il coprifuoco, ha incantato tutti: grandi e piccini si sono ritrovati a cantare a squarciagola “Quando ti sei innamoratooooo”. E ad oggi non si contano nemmeno più le bimbe e i bimbi di Orietta. La Vanoni invece aveva incantato l’Ariston come ospite nella serata conclusiva del Festival, esibendosi in un medley di suoi pezzi storici accompagnata al piano da Francesco Gabbani. Inutile dire che è stato uno dei momenti più emozionanti.

“Galeotto fu Sanremo 2021 e chi vi partecipò”

Se quello che è successo sul palco dell’Ariston è stato sotto gli occhi di tutti, ciò che invece hanno vissuto i protagonisti dietro le quinte è rimasto nascosto fino ad ora. È proprio giù dal palco  che si sono incontrati i protagonisti nei nostri due pezzi estivi. Si tratta di due brani strutturalmente e diametralmente opposti, ma in cui le due regine della musica italiana spiccano e danno prova delle loro abilità canore. Ornella Vanoni in “Toy Boy” duetta con Colapesce e Dimartino che a suon di musica leggerissima hanno portato a casa un feat con un’artista di tal genere. Un brano che ha come tema quello dei cosiddetti Toy Boy e che è giocato tutto su un divertente scambio con i due cantanti che ammiccano ma vengono “rifiutati” fino ad un finale aperto, ironico.

Invece la Berti ha avuto l’occasione di conoscere Fedez e il poliedrico Achille Lauro: dall’unione di questo trio è nata “Mille”. Insomma, giù dal palco di Sanremo sono nate nuove amicizie e nuove collaborazioni che possiamo oggi cantare a squarciagola.

Feat che fanno girare la testa

C’è chi potrebbe pensare che le due sono troppo grandi per mettersi a fare “canzoncine” come quelle con cui stanno conquistando le radio. Noi non siamo assolutamente d’accordo. La Berti e la Vanoni sono la piacevole sorpresa di questa stagione. Negli anni ne abbiamo viste davvero di tutti i colori e duetti di questo genere sono sicuramente sinonimo che qualcosa sta cambiando. Ad aprire la scia dei feat “impensabili” era stato Rovazzi che aveva coinvolto Gianni Morandi nel brano “Volare”. Oggi invece a conquistare il cuore degli italiani sono le due rosse.  A noi non resta che congratularci con Colapesce e Dimartino, Fedez e Achille Lauro per aver fiutato il potenziale di una collaborazione con Artiste di questo calibro. E tutto ciò ha portato ad un incremento dell’interesse nei confronti di due donne che hanno fatto la storia della musica italiana e che oggi vengono scoperte anche dai giovani che, incuriositi, vanno a recuperare le loro discografie precedenti. Il nuovo che si unisce alla storia per diffonderla e attualizzarla. Siam convinti che la scena musicale di oggi non potesse farci regalo più bello di questo.



Eleonora Corso