NextGen Festival. Formazione e futuro: tre giorni di formazione per un lavoro più “agile, digitale e sostenibile”

Dal 17 al 19 novembre si terrà a Padova il “NextGen Festival. Formazione e Futuro” , un evento organizzato da Fòrema e Assindustria Venetocentro che riporta in auge il valore della formazione, informazione ed innovazione. Saranno tre giornate a cui parteciperanno più di 20 ospiti, provenienti dal mondo del giornalismo, dell’Università, delle imprese, in tre sedi prestigiose per discutere di nuove tecnologie, sostenibilità, attrattività e transdisciplinarietà. Quest’ultima rappresenta una caratteristica essenziale, e punto di partenza, per entrare nel contesto lavorativo odierno.

Infatti, Matteo Sinigaglia, direttore generale di Fòrema, afferma proprio che “Il nuovo concetto di transdisciplinarietà della didattica accademica deve rispondere al nuovo bisogno di competenze ibride di cui le imprese si fanno testimoni”. L’obiettivo del “NextGen Festival. Formazione e Futuro”  sarà allora quello di fornire possibili risposte (e soluzioni) alla domanda: “Come si stanno preparando le persone, le imprese, le università per rispondere al nuovo paradigma?“.

Il “NextGen Festival. Formazione e Futuro” rappresenta una vera e propria maratona della durata di tre giorni che vedrà i partecipanti immergersi in diverse attività formative.

Un grande evento, quello del “NextGen Festival. Formazione e Futuro”, che sostituisce il noto “Mese della Formazione”, che prima dell’avvento del Covid, rappresentava il momento di approfondimento sui trend del settore.

Festival di questo tipo sono molto importanti per restare informati sui mutamenti socio-tecnologici che caratterizzano anno dopo anno l’ambito lavorativo. Come spiega, infatti, Enrico Del Sole, vicepresidente di Assindustria Venetocentro:

Siamo di fronte a mutamenti epocali nella nostra economia e nei nostri modelli di produzione e di relazione nei luoghi di lavoro, per questo la formazione nelle aziende è fondamentale. Il dialogo tra imprenditori e giovani studenti, tra il mondo dell’università e gli hr sarà fondamentale per diffondere nell’ecosistema economico le competenze che saranno necessarie in futuro.

Enrico Del Sole, vicepresidente di Assindustria Venetocentro

Fondamentale è, quindi, il patrocinio per quest’edizione del “NextGen Festival. Formazione e Futuro”, dell’Università degli Studi di Padova, che avvicina ancora di più i giovani, i lavoratori del domani, al contesto lavorativo.

In effetti, la prima giornata di apertura del Festival sarà proprio dedicata a loro grazie all’incontro del 17 novembre dal titolo “Il ruolo dell’informazione per i giovani nell’epoca della transizione digitale”. Un confronto tra giornalisti della comunicazione tradizionale e giovani propensi ai nuovi canali e mezzi di informazione. Un’occasione che darà spazio alla voce di tutti gli interessati e fornirà nuovi input formativi e creativi per le giovani menti. Inoltre, l’evento si terrà presso il nuovo polo universitario Beato Pellegrino e si inserisce all’interno del corso di Sociologia dei Media in collaborazione con il professor Claudio Riva, presidente del corso di laurea triennale di Sociologia.

Tutti i dettagli su ospiti, luoghi e orari si ritrovano sul sito di Fòrema, azienda che dal 2012 si occupa di formazione esperienziale applicata allo sviluppo delle persone e alla lean production. Motivo per cui, il secondo evento, che si terrà il 18 novembre alla sede di Le Village a Padova, sarà rivolto alla formazione delle aziende. Nonché alla loro capacità di essere realmente attrattive per i giovani lavoratori, in un’epoca storica in cui il mito del posto fisso è ormai tramontato.

A moderare l’incontro “Arrivano i Centennials! Strategie di Employer Branding per rimanere aziende attrattive”, sarà proprio Giada Marafon, Learning Designer di Fòrema. Tanti esperti del settore spiegheranno l’importanza di una crescita del business aziendale che vada di pari passo con l’attrattività del lavoro stesso nell’azienda. Un argomento che sposa perfettamente le esigenze delle nuove classi di lavoratori. Queste ricercano, infatti, i loro valori all’interno dell’azienda, e in virtù di questo legame sono disposti a scambiare il denaro con il tempo.

L’ultimo appuntamento del “NextGen Festival. Formazione e Futuro” sarà totalmente dedicato al tema della sostenibilità d’impresa.

L’appuntamento “Lavoro, futuro e società green. La sfida transdisciplinare della Sostenibilità” si svolgerà il 19 novembre  presso la Libreria Italypost a Padova e rappresenta un’occasione di formazione unica sull’argomento, tanto per i leader del settore che per giovani imprese.

L’obiettivo dell’incontro sarà mostrare la rilevanza della tematica green riletta in chiave multidisciplinare come una questione ibrida che implica un cambiamento culturale profondo. In cui di fondamentale importanza sono tanto le competenze tecnico-scientifiche che sociologiche e filosofiche.

Tre giorni di formazione con esperti e ragazzi, in cui tutti possono sentirsi ispirati a dare il proprio contributo.

Il “NextGen Festival. Formazione e Futuro” si fa portavoce di nuove preoccupazioni aziendali, tra cui la sostenibilità, che di fatto mostrano una nuova considerazione del lavoro del futuro, più aperto ad accogliere diverse prospettive. Al di là di percorsi standard e strutturati, le aziende devono sapersi mettere in gioco e migliorarsi anno dopo anno. Soprattutto attraverso la formazione avvenuta presso eventi di questo tipo.

Solo così questioni come la già citata costruzione di percorsi attrattivi del lavoratore nei confronti dell’azienda, possono essere sollevate e valorizzate. L’obiettivo, spiega Giada Marafon, è quello “di costruire un ponte e favorire il dialogo in un’epoca in cui tutto corre velocemente. NextGen Festival è un’occasione per le imprese, ma anche per i giovani e con i giovani per riflettere sui nuovi modi di pensare e progettare il lavoro del futuro: agile, digitale e sostenibile”.



Giulia Grasso