Le metropolitane più belle del mondo

In #Focus, #Travel, MONDO by Andrea ColoreLeave a Comment

Quando vedete il pavimento delle metropolitane delle vostre città vi vengono i conati di vomito a sentire il puzzo di urina che aleggia nell’aria? Provate una sorta di sconforto a vedere gli innumerevoli mendicanti storpi che vi chiedono le elemosina porgendovi il bicchierone di carta del McDonald’s? E’ davvero tutto molto triste, ma in altre parti del mondo non è proprio così. Almeno qualcosa si salva! Molte città tengono all’estetica delle metropolitane e dei servizi pubblici cittadini, quasi a voler sbalordire l’ignaro turista della stazione EUR Magliana a Roma o Brenta a Milano! Di certo le metropolitane di Milano, per non parlare di quelle romane, in fatto di estetica, lasciano un po’ a desiderare se non fosse che nelle prime si può far capolino davanti al Duomo, nelle seconde davanti al Colosseo. Già a Napoli, strano ma vero direte voi, le cose iniziano a cambiare… Vi siete incuriositi? Ecco dunque un viaggio fra le 10 stazioni metropolitane più belle del mondo, partendo proprio dal capoluogo partenopeo. Jamm ja’!

La stazione di Toledo a Napoli è stata recentemente disegnata e le pareti e i soffitti sono stati decorati con tessere di mosaico bianche e blu che danno l’impressione di essere sott’acqua mentre si scendono le scale mobili!

Sempre a Napoli, alla stazione metropolitana Università, è possibile trovare questo curioso gioco prospettico sulle scale con l’effige di Dante. Una fermata, non a caso, all’insegna della cultura!

La stazione metropolitana di Kievskaya a Mosca ha la caratteristica fisionomia di un palazzo reale, con tanto di lampadari, colonne di marmo e dipinti che fanno viaggiare il turista nel tempo!

La stazione di Formosa Boulevard a Taiwan è un’imponente dimostrazione di arte pubblica: con i suoi 30 metri di larghezza, la cupola di luce racconta la storia della vita umana nelle sue rappresentazioni.

Radhuset Station di Stoccolma: l’architettura organica della stazione metropolitana ricorda gli interni di una grotta e le piattaforme sono a 27 metri di profondità!

Siamo ancora a Stoccolma, alla T-Centrale Station, dove i muri sono intagliati e pieni di murales che ricordano le incisioni rupestri degli uomini primitivi.

Andiamo ora in Canada, alla fermata Champ de Mars, a Montreal, famosa per essere costruita da un importante artista del Quebec: Marcelle Ferron. Caratterizzata da figure geometriche, è sicuramente un gioiello dell’architettura contemporanea che, per certi aspetti, ricorda le opere di Murano, solo un po’ più grandi!

La stazione metropolitana City Hall di New York era il capolinea della prima linea ferroviaria della città. Disegnata da Rafael Gustavino e aperta nel 1904, è un mirabile esempio di architettura neoromanica.

Stazione di Olaias, Lisbona. Dal gusto pittoresco e anche un po’ futuristico, è sicuramente fra le stazioni più originali e colorate!

Infine ci catapultiamo a Praga, lungo tutte le fermate della linea A che hanno la caratteristica di essere ricoperte, dal soffitto al pavimento, di mattoncini che ricordano il motivo dei Lego con uno schema di colori diverso da stazione a stazione!

Molti paesi, come si è visto, hanno dato prova di grandi capacità architettoniche e originalità nella costruzione delle stazioni metropolitane. Forse tutto è finalizzato a distrarre i turisti dai bagni malsani e dagli angoli più putridi che di certo avranno il loro fascino un po’ retro, ma con un leggero olezzo di cane bagnato!