Leggere in spiaggia con questi oggetti non è mai stato così semplice

Durante le vacanze estive la maggior parte di noi ha l’abitudine di portare dietro un buon libro da leggere.

Non c’è cosa più bella che immergersi tra le avventure di un romanzo mentre a farci compagnia sono le onde del mare, la brezza marina e il sole caldo.

E allora diventa accessorio fondamentale insieme alla crema solare, agli occhiali e al telo. Insomma da non dimenticare!!!

Persino le compagnie aeree da un po’ di tempo permettono di portare un chilo extra nel bagaglio. Così da rendere felici chi non si accontenta di un solo volume. Ad una condizione però: deve trattarsi esclusivamente di libri.

Ciò nonostante leggere in spiaggia non è sempre facilissimo e la lettura diventa tutt’altro che piacevole.

Ma come si suol dire, solo alla fine dei giorni non c’è rimedio!!!

La prima cosa a cui pensiamo è la posizione da assumere. I lettini da spiaggia sono comodi si, ma solo se vogliamo starcene lì e magari appisolarci. Per leggere lo sono un po’ meno.

Metterci a pancia in su metterebbe in ombra il viso rischiando un abbronzatura a chiazze; metterci a pancia in giù causerebbe dolore alla schiena e al collo.

Credit: illibraio

La soluzione? Il lettino perfetto è quello che ha un buco in cui infilare il viso, come quello per i massaggi.

Dopo ore al sole l’unica cosa che desideriamo è tuffarci nell’acqua gelida. Magari però siamo arrivati ad un punto della storia che incuriosisce tantissimo. La soluzione?

Credit: illibraio

Una tavoletta galleggiante su cui è montato un leggio. Così il libro non può cadere in acqua, ma neanche essere bagnato perché il leggio di plastica funge anche da “scudo” agli schizzi.

Altro nemico della lettura in spiaggia è senza dubbio il vento. Gira le pagine senza volerlo e non rende difficile tenere il filo.

Esistono per questo dei piccoli oggetti colorati e di plastica. Potremmo chiamarli “Reggi-dito” che permettono di reggere il libro e allo stesso tempo di impedire che si girino.

Insomma i lettori più accaniti, che in vacanza non rinunciano mai ad un buon libro non avranno più scuse ne impedimenti vari.

Basterà ricordare solo una cosa: non dimenticarsi nulla!



Rachele Pezzella