thewebcoffee.net

La “voce” di Madame è una ventata d’aria fresca per la musica italiana

Reduce dallo stratosferico successo ottenuto al 71º Festival di Sanremo con Voce Madame ha pubblicato il suo primo album omonimo, composto da 16 tracce e ben 9 featuring che racchiudono la sfera musicale della giovane cantante vicentina mostrando al pubblico la sua versatilità, oltre che la sua ottima e invidiabile penna che l’ha portata a vincere il premio per Miglior Testo “Sergio Bardotti” proprio al Festival di Sanremo.

Il disco arriva dopo l’ottima esperienza sanremese e la pubblicazione di alcuni singoli di successo negli ultimi due anni, fra cui Baby e Il Mio Amico feat. Fabri Fibra, che proprio prima del Festival di Sanremo stazionava saldamente nella top 10 dei singoli più acquistati in Italia, mostrando come anche prima di Sanremo il pubblico si stava già innamorando di Madame e della sua meravigliosa musica, frutto di una dote artistica innata che l’ha portata a diventare una delle promesse musicali più rilevanti dell’intero panorama rap femminile italiano.

Come già annunciato, questo nuovo album segna l’imposizione di Madame nel panorama musicale italiano, mettendo in risalto le capacità della cantante di Clito disposta ad iniziare una vera e propria rivoluzione musicale, fondata sui sogni della generazione Z e simbolo di una serie di sensazioni che spera di rappresentare al meglio, coinvolgendo tutto il suo giovane pubblico che ha disperatamente bisogno di una figura da seguire che capisca e viva le stesse paure ed emozioni.

Io spero proprio di essere la portavoce della mia generazione […] Io mi studio in modo ossessivo perché sono dell’idea che ci siano delle leggi comuni che ci accomunano tutti […] L’autoconsapevolezza, la capacità di guardare ai propri errori e al proprio passato perdonandosi, l’accettarsi per quello che si è, l’accettare la sofferenza e la morte. È una generazione molto inconsapevole la mia.

music.fanpage.it

L’omonimo album Madame è quindi un insieme di suoni moderni e stili che spaziano dal hip hop al pop, fino ad arrivare al r&b e all’urban, dimostrando l’enorme potenziale dei suoi testi e la loro ottima applicazione in generi musicali diversi fra loro ma uniti proprio dall’estro artistico della diciannovenne.

Come già annunciato precedentemente, nell’album sono presenti ben 9 feat, e oltre al già conosciuto pezzo con Fabri Fibra, troviamo alcune collaborazioni che spiccano per le basi musicali accattivanti, come Babaganoush con i Pinguini Tattici Nucleari e Mood con VillaBanks, oltre a Luna, in collaborazione con Gaia, che diventa una delle canzoni più belle dell’intero progetto discografico.

Tu non cadi, ma rimani fermo
Come pioggia che guarda il cemento
E scorre come il nostro sangue misto
Questa luce che va giù di nuovo
E poi ritorna nell’abisso in cui ti ho visto

Oltre a Luna, spiccano brani come Istinto e Vergogna, sicuramente due delle canzoni più intime di Madame rafforzate da basi musicali molto forti e contemporanee. Amiconi – freestyle è un ottimo esperimento e mette in risalto il lato più rap della cantante che si mescola in maniera perfetta con Mami Papi, pezzo hip hop accompagnato da una base travolgente e ipnotica in cui la cantante diventa molto emotiva e racconta in maniera coinvolgente pillole della sua situazione familiare.

Top 👍: ISTINTO, VOCE, MAMI PAPI, LUNA, AMICONI, VERGOGNA

Flop 👎: DIMMI ORA

Voto: 8/10



Marco Russano