La seconda vita del Panettone

In CUCINA by Alessia CavallaroLeave a Comment

Al termine delle feste ogni famiglia, più o meno grande, rimane con gli avanzi delle grandi cene o pranzi che hanno caratterizzato le feste. Si finisce sempre quello che si può, ma noi di Social Up siamo convinti che riscaldare sempre la stessa “minestra” dopo un po’ stufi e alla fine non sia neanche più tanto buona.

Quest’oggi la frase d’ordine “non si butta via niente: ricicliamo!”

Ecco perché ci siamo adoperati nella ricerca di ricette in cui sia possibile “riciclare” e reinventare il re delle feste: il Panettone!

Tiramisù al Panettone è l’ideale per chi ancora non si sente sazio dalle feste e vuole ancora strafare un’ultima volta! Si tratta di un normalissimo Tiramisù in cui, al posto dello strato di biscotti secchi o savoiardi, si adagiano dolcemente delle fettine di Panettone. Ci raccomandiamo però di non inzuppare le fettine in alcun liquido: rischiate di rovinare la ricetta!

Panettone in Crema: altro riutilizzo semplice e veloce è quello di sistemare delle fette di panettone dentro una pirofila ed infornate in modo tale da farlo diventare caldo e croccante. A parte preparate una semplice crema (aromatizzata a qualche liquore se preferite). Versate la crema sul panettone e rinfornate per 6 minuti a 200°, poi riducete a 180 ° per 1 minuto e infine lasciate la pirofila nel forno spento per altri 3 minuti. Un ottimo bread and butter panettone per la gioia di grandi e piccini. Se avete addirittura un intero panettone da dover consumare, potete riproporre questa ricetta ricreando alla fine la forma del panettone, inframezzato da squisita crema pasticcera.

Pere aromatizzate alla Cannella con crumble di Panettone e gelato: questo riutilizzo può essere servino in qualsiasi occasione, da colazione al dopo cena. Tagliate il panettone a fettine e mettetele in una ciotola: in un pentolino sciogliete dolcemente il burro  (mezza noce di burro per ogni fetta) e versatelo nel panettone. Lavorate con le mani l’impasto, sbriciolando il più possibile il panettone col fine di farlo diventare un vero e proprio crumble. Lavate a pulite le pere: tagliatele a dadini e fatele saltare con lo zucchero e la cannella in una pentola anti aderente. Lasciate cuocere il tutto fino a quando la dadolata non si sarà ammorbidita. Dividete quindi questo composto in delle piccole terrine, copritelo con il panettone sbriciolato e infornatele a 200° per circa 8 minuti: quando il panettone sarà dorato, togliete le terrine dal forno. Servite a piacere con una spolverata di cannella e una pallina di gelato, possibilmente al fior di latte.

Il Semifreddo al Panettone, invece, è il dolce ideale per chi ancora non si è arreso al freddo invernale ma non riesce a dire di no ai dolci tipici natalizi! In pratica è un semifreddo a base di ricotta ed impreziosito da pezzetti del dolce natalizio più famoso. Come prima cosa si mette il panettone in ammollo nel latte e a parte si prepara la base del semifreddo alla ricotta. Si uniscono la crema alla ricotta e il panettone, mescolando dal basso verso l’alto, ed infine si versa il tutto all’interno di pirottini in alluminio. Si ripongono in freezer per almeno 3 ore e si servono con cioccolato fondente fuso e nocciole tostate in guarnizione.

Di ricette potremmo darvene ancora e ancora, ma il bello del riutilizzo degli ingredienti sta proprio nella fantasia e nell’inventiva che riescono a tirare fuori.

Quindi rimboccatevi le maniche e lasciate spazio alla creatività!

About the Author
Alessia Cavallaro

Alessia Cavallaro

Instagram

Nata a Padova, ha dimostrato fin da piccola una innata passione per il mondo della cucina e in particolar modo per la pasticceria, trasmessole dalle nonne e dalla mamma.
Negli anni ha coltivato questo grande amore con cui oggi divide la sua vita, oltre che studiare Economia Aziendale a Catania.
Il suo sogno è trasferirsi a Milano per frequentare la specialistica e in contemporanea iscriversi a qualche corso prestigioso che le possa aprire le porte per il paradiso della pasticceria!