La nascita e la rapida ascesa del colosso cinese, chi è Xiaomi?

redazione

In TECH / redazione / Comments

La rapida evoluzione del mercato degli Smartphone ha dato la possibilità ad aziende emergenti di diventare un punto di riferimento per questo settore. Parliamo ad esempio di OnePlus, Huawei, Oppo, Meizu che sono riuscite in breve tempo a conquistare una piccola nicchia di mercato. Tra queste quella che ha ottenuto i risultati migliori riuscendosi ad affermare a livello globale è stata sicuramente Xiaomi.

Ma partiamo dal principio, l’azienda viene fondata nel 2010 da Lei Jun in seguito alla vendita della sua piattaforma E-commerce “Joyo” per la cifra di 75 milioni di dollari offerta dal colosso Amazon di Jeff Bezos. Lei Jun grazie a questo ingente budget può dare vita al suo sogno: creare una società hi-tech che possa diventare un giorno un punto di riferimento nel settore così come è stato per Apple.

È proprio ad Apple che si ispira il fondatore di Xiaomi e in particolare al suo creatore Steve Jobs. Assistendo ad uno degli eventi organizzati per la presentazione dei nuovi prodotti sembra quasi di essere tornati indietro nel tempo, quando Jobs con il suo carisma catturava l’attenzione di migliaia di fan, solo che in questo caso a vestire il maglioncino nero è Lei Jun.

In poco più di 3 anni Xiaomi conquista il mercato Cinese grazie ai propri device caratterizzati da un ottimo rapporto qualità/prezzo, offrendo hardware di alto livello ad un costo contenuto. Inizia anche a sviluppare la propria versione personalizzata di Android chiamata MIUI, apprezzata e ricercata non solo dai possessori di Smartphone Xiaomi.

Ma per sfidare ed ambire ai risultati di Apple o di Samsung c’è bisogno di uno sforzo ulteriore. Lei Jun deicide allora di diversificare l’offerta della propria azienda iniziando a produrre anche Smartband, Action Camera e accessoristica per smartphone. Il passo decisivo però avviene nel 2015 con il lancio negli USA del proprio negozio online “Mi.com”. I risultati non tardano ad arrivare e Xiaomi nei primi sei mesi riesce a vendere quasi 35 milioni di device diventando il primo produttore in Cina ed il quinto a livello mondiale.

Nel corso degli anni anche gli Italiani (quelli più smanettoni) hanno imparato ad apprezzare i prodotti del colosso Cinese, nonostante fosse necessario importarli dalla Cina (a discapito ovviamente della garanzia). Da non molto tempo però Xiaomi è sbarcata in maniera ufficiale su Amazon, rendendo i propri prodotti disponibili ed accessibili a tutti anche in Italia, dotandoli di un software pronto all’uso e facile da usare anche dai meno esperti.

Il prossimo passo di Xiaomi sarà l’apertura di un negozio a Milano, come ha da poco fatto in Spagna, dando la possibilità di acquistare tutti i propri prodotti, dagli Smartphone alle Tv, a prezzi altamente competitivi e consentendo di usufruire di una eventuale garanzia in maniera rapida ed efficace.

Inoltre, anche se non sia stato ancora confermato in maniera ufficiale, oltre alla possibilità di acquistarli su Amazon o nel futuro Store a Milano, Gearbest diventerà il fornitore ufficiale Online di Xiaomi per l’italia.

Stay tuned, la flotta di Xiaomi sta per sbarcare al completo in Italia.