Toyota C-HR: l’espressione più innovativa dell’Urban Flow

In #Automotive, TECH by redazioneLeave a Comment

La Toyota C-HR è il nuovo gioiellino della casa automobilistica giapponese che entrerà in commercio alla fine del 2016 e si inserirà nella fascia di mercato riservata alle crossover cosiddette “compatte” funzionali soprattutto ai ritmi di chi utilizza la macchina in città per la vita di tutti i giorni, ma che non disdegna le avventure domenicali in giro per le montagne. Gli stilisti della casa giapponese hanno disegnato una vettura dallo stile molto elaborato che abbina la praticità di una cinque porte a linee ispirate ad una coupé: le maniglie posteriori si trovano in posizione molto rialzata e il lunotto assume un’inclinazione accentuata. Questo approccio si riflette nell’abitacolo, le cui forme sono altrettanto elaborate, con lo schermo del sistema multimediale che svetta al centro della plancia e un profilo azzurro che attraversa per intero il cruscotto. La fama di Toyota, non ha bisogno di essere ribadita dato che questa è la prima produttrice di veicoli al mondo, oltre che un leader tecnologico riconosciuto a livello di prodotto e di processo, sia in ambito automotive che industriale a più ampio spettro. Toyota è sinonimo di eccellenza, innovazione, efficienza e sostenibilità, capace inoltre di offrire le migliori soluzioni nel mondo della mobilità privata. Il nuovo Toyota C-HR è una vettura assolutamente rivoluzionaria che combina la consolidata eccellenza di Toyota con uno stile innovativo ed inconfondibile. Inoltre è un’auto capace di rompere gli schemi, già da oggi. Il profilo da coupé, lo stile deciso e l’abitacolo rialzato, combinati insieme per la prima volta, danno vita a un’auto completamente nuova. Oltre lo stile, non si manca di riconoscere le ottime dotazioni tecnologiche che laToyota C-HR offre in termini di tecnologie di ausilio e assistenza alla guida. L’allestimento di primo livello prevede il pacchetto Toyota Safety Sense che include il regolatore di velocità adattivo, la regolazione automatica dei fari abbaglianti, la lettura dei cartelli stradali e molto altro. Di serie o in opzione sono previsti anche il sistema d’ingresso senza chiave, i vetri oscurati, i cerchi in lega da 18 pollici, la vernice bicolore ed il sistema di parcheggio intelligente, che muove il volante senza l’intervento diretto del conducente. La Toyota C-HR arriverà a listino con un benzina 1.2 turbo (116 CV) e con il noto sistema si propulsione ibrida della casa giapponese in grado di erogare 122 C. Per garantire un impianto audio che non ha confronti, la Toyota ha scelto JBL, una firma d’eccellenza in quanto a purezza del suono: 8 canali, amplificatore da 576 Watt, 9 altoparlanti e due particolari casse, chiamate Horn Tweeters, pensate per incrementare la dispersione del suono.

C-HR è l’espressione più innovativa dell’Urban Flow (l’energia pulsante che fa vibrare una città, attraverso eventi, luoghi, esperienze e persone. È movimento, dichiarazione di libertà, stile, tecnologia e design esclusivi) ed è proprio su questo che si basa il concorso King Of The Flow. Quattro i finalisti, uno per ogni città tra Milano, Roma, Napoli e Lecce, si stanno sfidando per ottenere il titolo di King of the Flow. Ogni utente dovrà registrarsi al concorso ed esprimere almeno un voto per partecipare all’estrazione finale del nuovo Toyota C-HR. L’utente potrà aumentare le probabilità di vincita supportando il proprio preferito fino alla conquista del trono e coinvolgendo i propri amici nell’iniziativa. Siamo entrati nella fase finale in cui bisogna scegliere chi tra i quattro finalisti ha più Flow.