Jeans a vita alta: come indossarli – Parola di millenial

In #Lifestyle, #Moda by Francesca Valentina TroianoLeave a Comment

Verso la metà degli Anni Sessanta circa il 50 per cento delle signore e signorine inglesi, ma anche di quelle francesi, indossava i pantaloni. Vent’anni prima questo indumento non era certo così comune. Si può considerare il segnale di un abbattimento delle frontiere tra i sessi? Sicuramente le donne stavano demolendo antichi idoli e convenzioni. Fu proprio in quegli anni che  André Courregè, seguito poi da Yves Saint Laurent, presentò i pantaloni per donna come capi alla moda aprendo , così, la strada all’era dei jeans chic e dei pantaloni tailleur. Con gli anni la moda è cambiata e con essa anche i modelli di jeans. Ancora molto in voga per questa primavera – estate 2017  rimangono i jeans a vita alta. Dal modello boyfriend a quello a sigaretta, dal denim scuro allo stone washed. E le super top millenials ci danno alcune dritte su come indossarli.

1.JEANS LARGHI A VITA ALTA + camicia bianca + stringate + it bag

Camille Rowe- Bel, la poison girl di Dior, ci mostra come indossarli per  un look maschile ed impeccabile.

2. JEANS NERI STRAPPATI A VITA  ALTA

 La bella Taylor Hill li indossa con t-shirt + l’iconica chanel. Haley Baldwin invece ci abbina chiodo + stivaletti neri + occhiali aviator per uno stile da vera biker.

3.JEANS A VITA ALTA ANNI ’70 + zeppe + collane + soprabito con rifiniture in pizzo.

La nostalgica Bella Hadid non sbaglia un colpo.

4.JEANS CLASSICI STRAPPATI SUL FONDO + camicia bianca + capotto + tracolla.

Gigi Hadid è perfetta in questa mise classica.

5.JEANS A SIGARETTA A VITA ALTA + occhiali da sole aviator + accessori country.

Kendall Jenner ci mostra come indossarli per non essere mai banali.

6.JEANS BOYFRIEND A VITA ALTA + pelliccia + mini bag

7.JEANS PATCHWORK A VITA ALTA + pumps + mini bag + crop top

8.JEANS SKINNY A VITA ALTA + bomber + statement bag + scarpe da ginnastica

9.JEANS ANNI ’80 A VITA ALTA + stivaletti metallizzati + cappotto nero

 

About the Author
Francesca Valentina Troiano

Francesca Valentina Troiano

Facebook Twitter Instagram

Avrei preferito rimanere una persona normale e continuare a non avere una biografia, ma a quanto pare nella mia vita c’è ben poco di normale. A cominciare dal giorno in cui sono nata: San Valentino, per me ormai giorno nefasto. E poi, a quanto pare, se non hai una biografia non sei nessuno. I pochi eventi degni di nota sono: aver frequentato il liceo Classico ed essermi iscritta alla facoltà di Economia. Non chiedetemi il motivo, lo sto ancora cercando. E adesso, per non pensare alla caducità della vita, mi ritrovo qui a scrivere per “Social Up!”. Ironico se pensate che ho sempre provato vergogna al solo pensiero che qualcuno che mi conosce possa aver letto i miei scritti. Probabilmente perché credo fermamente in quello che metto nero su bianco, ed è come se una piccola parte di me si rivelasse agli altri, come una piccola tessera di un grande puzzle. Per questo vi prego solo di essere gentili quando andrete a leggere i miei articoli perché per me è come se leggeste una pagina del mio diario. Per il momento la mia biografia termina qui, ma se farò qualcosa di abbastanza clamoroso da meritare attenzione, sicuramente lo inserirò, o forse lo terrò per me.