Istituto Tumori: il Covid circolava in Italia già a settembre 2019

Sul covid ancora ci sono davvero molte incognite e poche cose sono realmente chiare circa questo terribile virus che sta mietendo vite in maniera spietata e senza alcuna tregua. I virologi in TV si rincorrono per espletare le loro teorie, alcune contraddittorie, ma che comunque in un senso o nell’altro cercano di fornire un po’ di conoscenza su questo virus.

La notizia di oggi ha dell’incredibile e proviene dall’Istituto Tumori di Milano e dell’Università di Siena, che dichiarano che il virus del nuovo coronavirus circolava in Italia già a settembre del 2019, quindi diversi mesi prima che questo fosse ufficialmente riconosciuto su quello che è diventato lo storico paziente zero accertato a febbraio 2020.

Il sorprendente risultato è stato ottenuto analizzando i campioni di oltre novecento persone tutte asintomatiche che si erano sottoposte allo screening per la ricerca del tumore al polmone. Dalla ricerca è risultato che l’11,6% dei pazienti analizzati aveva già sviluppato gli anticorpi al coronavirus e il 14% di questi già a settembre, mentre il 30% a febbraio.

A testimonianza dell’attuale panoramica di espansione del virus, anche le analisi hanno riscontrato che la maggior parte dei pazienti analizzati proveniva dalla Lombardia.



Andrea Calabrò