Intervista a Leonardo Manera: Zelig, il cinema polacco, il teatro e la radio

Leonardo Manera (nome d’arte di Leonardo Bonetti) è un attore e comico con esperienza trentennale. Protagonista indiscusso di Zelig, ha ricevuto svariati riconoscimenti a livello nazionale, tra i quali, nel 1997, il premio della critica alla “Zanzara d’oro“, storico concorso di cabaret. In televisione ha partecipato a numerosi programmi, tra i quali “Quelli che il calcio”, “Maurizio Costanzo Show“, “Zelig“, “Colorado“. In teatro ha proposto cinque spettacoli da lui stesso ideati: “Aspetto e spero“, “Costole“, “Notti amare“, “Italian beauty“, “L’ottimista”, presentato, quest’ultimo, anche al Piccolo Teatro Studio di Milano. Ha inoltre recitato ne “La cantatrice calva“, storico testo di Ionesco.
Ha infine al suo attivo due pubblicazioni per Kowalski e Edizioni San Paolo, oltre ad alcune esperienze cinematografiche e una campagna pubblicitaria radiofonica. E’ attualmente in onda su Radio24 con “Avanzi di Manera“.

Social Up lo ha intervistato per voi, nel post serata del Gran Galà all’Unicity Sisal di Milano, una serie di incontri all’insegna dello spettacolo, della musica e della comicità.Risultati immagini per leonardo manera adriana

Innanzitutto volevo chiederti di questo nuovo “Partito Super Sovranista italiano”, il cui fondatore ha parlato poco fa sul palco. Come ha avuto origine questo personaggio comico?

La comicità si rifà sempre ai nostri tempi e considerato che questo è un fenomeno che va molto in voga in questo periodo, ho pensato di fare un personaggio che incarnasse un po’ questo modo di sentire, ovviamente all’eccesso.

Uno dei tuoi personaggi più famosi è Petrektek. Da dove deriva questo personaggio? Qual è il tuo rapporto col cinema polacco e col cinema in generale?

Kripstak e Petrektek, facevo uno sketch chiamato cinema polacco anche se l’ispirazione mi veniva da un regista finlandese, Aki Kaurismaki. Però chiamarlo cinema finlandese sarebbe stato meno evocativo quindi l’ho chiamato cinema polacco perché da’ più l’idea di qualcosa di lento, compassato, anche un po’ triste. Per quanto riguarda il cinema a me piace un po’ quel tipo di film. Quando vado al cinema cerco sempre quel tipo di cose, più che i film comici. Più lenti sono, meglio è (ride).Risultati immagini per leonardo manera

E invece il personaggio di Adriana…Adriana?

Quel personaggio è nato perché ho conosciuto una ragazza che facendo le sedute di terapia di ipnosi regressiva, mi ha raccontato di questa vicenda e ho pensato potesse essere un buon sketch da riproporre sul palco.

E Peter della provincia bresciana?

Quello è nato perché io sono di là, del Bresciano e c’era un mio amico che parlava così, quindi ho preso in prestito il suo modo di parlare e mi sono rifatto a lui.Risultati immagini per leonardo manera peter

Sei uno dei protagonisti indiscussi del laboratorio comico di Zelig. Cosa rappresenta per te questa esperienza?

Beh io ho iniziato a lavorare a Zelig nel 93′. Ho fatto sette anni prima di fare televisione e poi ho partecipato al programma. Sono quasi 30 anni di Zelig. Una seconda casa per me.

Qual è secondo te il segreto per essere un buon comico, se ne esiste uno?

Mah secondo me, essere sinceri nelle cose che si dicono: essere credibili. A differenza dell’attore, che ha la quarta parete, e quello si sa, il comico non ce l’ha la quarta parete e quindi riesce a far ridere quando le cose che dice diventano verosimili per il pubblico. Quindi essere senza filtri. Io almeno utilizzo questo stile. Cerco di dire delle cose nelle quali tutto sommato credo.Risultati immagini per leonardo manera teatro

Il tuo legame col teatro invece?

Io ho iniziato nei locali, però poi ho fatto dei corsi di teatro e soprattutto per la costruzione dei personaggi, fare teatro è stato per me molto utile perché ti insegna come porti, come utilizzare il corpo, quindi anche per chi non fa propriamente teatro, è utile perché ti dà una preparazione più completa. Il corpo viene sempre prima della parola.

I tuoi prossimi impegni?

Faccio un programma tutte le mattine in radio su radio 24 con “Avanzi di Manera”. Riprendo anche Colorado, a Febbraio e poi insieme ad un giornalista stiamo proponendo un programma su attualità e comicità.



Francesco Bellia