fonte: @infodiviaggio.it

In viaggio con Social Up: alla scoperta di Dozza

Dozza è un borgo emiliano che si trova a sud di Bologna, a circa 6 chilometri da Imola.
Un borgo posto sulla collina che domina il fiume Sellustra e la sottostante Via Emilia.
La caratteristica più peculiare del borgo è il suo paesaggio urbano artistico. Un vero e proprio museo a cielo aperto, realizzato da famosi artisti contemporanei.

Gli originali murales dipinti sulle case del centro storico sono la caratteristica principale di questo borgo che, proprio per questa sua caratteristica, viene definito anche  come “Dozza paese dei murales” o “Dozza borgo dei murales”.

Ogni due anni, nel mese di settembre degli anni dispari, si svolge, dagli anni 60, a Dozza la Biennale del Muro Dipinto. Durante questa biennale numerosi artisti contemporanei realizzano le loro opere direttamente sui muri delle case e le pareti diventano vere e proprie tele per i pittori.
Terminata la manifestazione i murales rimangono al loro posto. Con il passare del tempo, i vecchi dipinti scolorisco e, all’edizione della successiva Biennale, vengono sostituiti dalle nuove opere.

I murales hanno trasformato Dozza in un vero e proprio museo a cielo aperto.

 

Il centro storico e la Rocca Sforzesca

E’ quello del classico borgo medioevale dove la Rocca Sforzesca (che in antichità era un castello che è poi stato trasformato da Caterina Sforza, in epoca rinascimentale, in residenza nobiliare). Nel 1960 la Rocca è stata acquistata dal Comune ed è stata aperta al pubblico.
Durante la visita è possibile ammirare gli appartamenti dei nobili, il salone, i salottini e le camere da letto oltre, ovviamente, alle prigioni ed alle stanze delle torture.

Al secondo piano vi sono il Centro sudi e documentazione del muro dipinto e la Collezione Miscellani. I sotterranei ospitano l’Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna.

All’interno dell’Enoteca, si trovano oltre 800 etichette selezionate. Il percorso è organizzato secondo la possibilità di abbinare i vari vini ai cibi. E’ anche presente un un wine bar per poter effettuare degustazioni guidate da sommeliers professionisti.

L’Enoteca Regionale è la prima tappa del Sentiero del Vino di Dozza: un percorso a piedi, lungo  di circa 6 chilometri, che mette in collegamento alcune delle migliori cantine locali.

 



Sharon Santarelli