In viaggio con Social Up, alla scoperta di Camogli

Nella riviera ligure di levante, si trova questo splendido borgo marinaro, che domina la costa grazie al suo stupendo affaccio su uno dei golfi più belli della nostra penisola, il golfo Paradiso.

L’importanza dell’artigianalità

Da borgo marinaro, i cui abitanti erano dediti principalmente ad attività legate al mare, come la pesca o il commercio, si è trasformato in un luogo in cui l’artigianalità ed il Made in Italy (o meglio il Made in Camogli) hanno preso il sopravvento. Nonostante questo luogo resti ancora ancorato alle sue origini marittime, ad oggi sono molte le attività legate alla produzione di tessuti artigianali, alla filatura, tessitura e tintura di questi. Un preziosissimo contribuito all’artigianalità italiana, esportata in tutto il Mondo.

Cosa vedere

Oltre agli splendidi tramonti, dai colori meravigliosi, che questo luogo regala ai suoi viaggiatori, il borgo è ricco di storia e di cultura che meritano assolutamente una visita.
Tra questi luoghi troviamo molte chiese: dalla Basilica Minore di Santa Maria Assunta, realizzata nel XII secolo, al Santuario di Nostra Signora del Boschetto, che si narra essere stato costruito esattamente nel punto in cui nel lontano 1500 apparve la Madonna.

C’è poi la chiesa “Millenaria”, dedicata al Sacro Cuore di Gesù, risalente al XIII secolo e e quella di San Rocco, che gode in una vista mozza fiato proprio sul Golfo Paradiso.

Tra le altre “strutture” che meritano una visita, ve ne segnaliamo due in particolare: il Castello della Dragonara e la Batteria di Punta Chiappa (che prende il suo nome da una roccia a punta che si trova all’interno del Golfo), costruiti per difendere il borgo dagli attacchi nemici. La Batteria di Punta Chiappa è stata utilizzata dai nostri militari perfino durante la II^  guerra mondiale.

Cosa fare

Camogli è un borgo splendido, in particolar modo per gli amanti del mare. E’ presente il Museo Marinaro, dove si può ammirare un siluro tedesco risalente alla prima guerra mondiale e che affondò il piroscafo inglese  Washington. Gli amanti delle immersioni ne devono assolutamente inserire nella loro “to do” list due quella alla grotta dei Gamberi e quella per vedere il Cristo degli abissi.

La grotta dei Gamberi si trova a Punta Chiappa, ed è così chiamata per i numerosissimi e piccolissimi gamberi che ricoprono completamente le pareti della grotta, insieme ad aragoste, granchi e bellissimi coralli. Il Cristo degli abissi, opera dell’artista Guido Galletti, invece si trova nella baia di San Fruttuoso, oramai dal 1954.

Moltissimi sono inoltre i sentieri percorribili a piedi o in bici per tutti gli amanti del trekking.

Il borgo di Camogli è ricco di locali, ristoranti tipici e trattorie dove non si può non far tappa per gustare le prelibatezze enogastronomiche liguri.



Sharon Santarelli