Fonte: www.freepressjournal.in

Il web ha una nuova star: il cane “pastore” che in India benedice i fedeli

“La fortuna è cieca, ma la sfiga ci vede benissimo”, dice una celebre citazione di Roberto “Freak” Antoni, il compianto animatore del gruppo rock degli Skiantos. Ed effettivamente è difficile dargli torto. Esistono però momenti della nostra vita in cui l’Universo, il Karma, il Mago Otelma, sembrano cospirare contro di noi. La sfiga nera si abbatte violentemente sulle nostre vite e l’unica cosa a cui pensiamo è cercare protezioni tra talismani e cornetti portafortuna. Insomma, nei periodi difficili cerchiamo una qualsiasi forma di benedizione per riuscire a realizzare obiettivi e buoni proposito. Ed è proprio di benedizioni che vogliamo parlarvi oggi, benedizioni uniche e provenienti da un entità superiore. Protagonista della nostra storia è un cane “pastore” che fuori da un tempio indiano benedice i fedeli tutti i giorni.

Seduto composto su un blocco di pietra davanti al portone d’ingresso del Siddhivinayak di Siddhatek, il tempio indù dedicato a Ganesha, un cane randagio “benedice” le persone mentre escono al termine della funzione. A rilevare al mondo lo strano “pastore”, un video  registrato da Arun Limadia e poi postato su Facebook. In pochi giorni, la storia del cane “pastore” che ogni giorno offre gentilmente la sua zampa ai fedeli, ha fatto il giro del mondo. Se Ganesha, la divinità con la testa d’elefante, è simbolo della saggezza, questo cagnolino è sicuramente il dio della tenerezza e delle coccole.

Fonte: www.bigodino.it

Il cucciolone, infatti, è molto socievole, ed è abituato a stare in mezzo alle persone. Offre la sua benedizione, ma in cambio spera sempre in una gustosa e prelibata “mancia”. Non sappiamo se il cane “pastore” sia un segno di Dio o la reincarnazione di un uomo Santo. Una cosa però è certa. La sua presenza dà speranza ai fedeli. E’ un monito contro quanti maltrattano gli animali e dimenticano che, come gli esseri umani, anche loro hanno bisogno di cure, amore e rispetto. E’ una dimostrazione di quanto i cani possano essere in grado di stupirci anche nelle piccole cose che sono la vera essenza della vita.



Catiuscia Polzella