I golosi Oreo Vinyl: i biscotti che si possono ascoltare sul giradischi

In CUCINA by Aurora ErbìLeave a Comment

Alle volte un biscotto può essere talmente gustoso da sentirlo quasi evocare una musica che accompagna la sua dolcezza mentre viene assaporato. E quindi Oreo ha deciso di creare l’ “Oreo Vinyl“, ovvero un biscotto Oreo da ascoltare come un vinile.

Sì, forse l’idea non è partita proprio dalla premessa appena fatta ma l’azienda Oreo ha decisamente colpito nel segno con questa iniziativa. Il prodotto nasce nel 1912 negli Stati Uniti, in cui viene chiamato biscotto sandwich per la sua originale forma caratterizzata da due biscotti al cacao uniti da un ripieno alla crema di vaniglia. Si è affermato in Italia soltanto nel 2008, diventando uno dei marchi di biscotti più acquistati.

Ma com’è arrivata l’idea del biscotto vinile?

Tutto nasce dalla Dimension plus, un’agenzia di Hong Kong alla quale era stato assegnato il compito di rendere più appetitosi agli occhi degli adolescenti cinesi i biscotti alla crema di vaniglia. (Come se avessero bisogno! ndr). Così l’agenzia ha sviluppato l’idea di trasformare gli Oreo in vinile che si potessero ascoltare prima di essere consumati, non intaccando però la ricetta originale.

Il procedimento è il seguente e lo spiega la Dimension Plus “I dati sul biscotto sono incisi in rilievo con un modello realizzato con una tecnica di taglio e incisione laser […] abbiamo creato un programma per trasformare la musica in un disegno. Dopodiché, lo rendiamo un formato adatto all’incisione laser e creiamo il modello per la produzione dell’Oreo Vinyl”. 

Il packaging degli Oreo Vinyl prevede un mini giradischi col quale è possibile ascoltare il jingle del brand in 4 diverse versioni: jazz, classica, elettronica e cinese. I più affezionati al biscotto al cacao non dimenticheranno che il gruppo Elio e le Storie tese ha creato un jingle per lo spot televisivo in Italia (2016)  che recitava “liberare l’immaginazione è facile gustandoti un Oreo”. Quindi liberando l’immaginazione ci siamo chiesti: perché non esportare in Italia l’Oreo Vinyl incidendoci proprio il motivetto creato dalla band?

Attendiamo golosi di poterli assaggiare.

About the Author
Aurora Erbì

Aurora Erbì

Facebook Twitter Instagram

Nostalgica per antonomasia. Amo scrivere. Amo leggere. Che poi sono le cose che si imparano a 5 anni, L'età nella quale la domanda che poni più spesso è "Come mai?", Ed io continuo a guardare il mondo ponendomi lo stesso quesito

Loading...