I Coma Cose sono tornati con il loro nuovo singolo “Chiamami”

E’ uscito per Asian Fake/Sony Music su tutte le piattaforme digitali “Chiamami”, il nuovo singolo dei Coma Cose, duo rivelazione del Festival di Sanremo 2021, dove hanno incantato il pubblico con il brano “Fiamme negli occhi” (doppio disco di platino). Il brano – accompagnato anche dal videoclip ufficiale – segna un nuovo capitolo per Fausto Lama e California e anticipa il nuovo album, in uscita in autunno.

“Chiamami è un urlo a chi ti manca. Un invito a risentirsi… con gli altri, con te stesso” Raccontano i Coma Cose “Siamo tornati al nostro nucleo, alla nostra intimità che nel bene e nel male per il lavoro che facciamo spesso viene inevitabilmente distorta. Ci siamo sentiti fragili e ci siamo interrogati su tutti quei conflitti che ci circondano, sul senso delle cose in una contemporaneità che grida pietà sul “troppo di tutto” e inevitabilmente ci siamo chiesti :”che senso ha oggi fare musica?” ”.

Scritto dai Coma Cose insieme a Fabio Dalè e Carlo Frigerio, “Chiamami” è trainato da batteria e chitarre incalzanti, su cui le inconfondibili voci di Fausto e Francesca dialogano in un denso botta e risposta.

Nel brano c’è un invito, chiaro fin dal titolo alla presenza: Chiamami, e poi parlami, cercami, pensami, parole che restituiscono l’importanza di non perdersi e di esserci l’uno per l’altra, sempre e comunque, sostenersi ed essere presenti a partire dai gesti più istintivi e fondamentali nelle relazioni umane. Come può esserlo una semplice telefonata.L’uscita di “Chiamami” è accompagnata anche dal videoclip, scritto e diretto da Fausto Lama stesso, che lo  vede insieme a California, seppur divisi dall’immensità del mare, uniti dal filo della cornetta del telefono, un semplice mezzo che diventa un ponte indissolubile in grado di accorciare le distanze, per poi finire in un abbraccio.

Con l’originalità e lo stile che contraddistinguono i Coma Cose, le parole si susseguono ricche di riferimenti che vanno oltre un solo significato, aprendo nuovi universi.

In occasione della release, Fausto e California hanno invitato il loro pubblico a partecipare a un’iniziativa misteriosa, i fan si sono registrati dopo aver pre-salvato il brano e si sono ritrovati in Largo La Foppa a Milano di fronte a una cabina telefonica allestita per l’occasione dove hanno potuto ascoltare la canzone in anteprima. Tolte le cuffiette è arrivata la vera sorpresa: i Coma Cose hanno infatti chiamato personalmente i fan presenti, tramite la cornetta della cabina, instaurando delle conversazioni con ogni singolo partecipante e creando così un momento d’intimità unico nel suo genere. C’è chi è accorso da Bologna, Firenze, Napoli. Una ragazza in gravidanza ha voluto portare il proprio bambino a questo suo primo ‘incontro’. L’attività ha voluto rendere tangibile la missione di questo brano: invitare le persone al contatto e al dialogo, un messaggio di vicinanza che la band ha voluto lanciare anche alla luce del periodo di difficoltà di questi ultimi anni.

“Abbiamo voluto risvegliare la parola e l’empatia, è stato bellissimo chiacchierare con queste persone, prendersi un attimo per stabilire un contatto sì breve, ma più vero che mai.” (Coma Cose)

Intimi, delicati e allo stesso tempo dirompenti, i Coma Cose sono il duo più interessante della scena musicale attuale, apprezzati fin dal loro esordio con l’EP-manifesto “Inverno Ticinese” (2017), successo poi riconfermato con gli album “HYPE AURA” (2019) e “NOSTRALGIA” (2021). Con “Chiamami” segnano il loro ritorno sulle scene e anticipano il nuovo progetto discografico.



Claudia Ruiz