GP Abu Dhabi: Hamilton chiude il 2019 con un Grande Slam

Pole, vittoria, giro più veloce e in testa dall’inizio alla fine. Lewis Hamilton ha concluso con un Grande Slam il suo 2019, dominando il Gran Premio di Abu Dhabi, ultimo appuntamento del mondiale di Formula 1. Dopo essere tornato a conquistare la pole position nella giornata di sabato, l’alfiere della Mercedes ha centrato il successo numero 84 della carriera, l’undicesimo di quest’anno, con una prestazione a dir poco sontuosa.

Il sei volte campione del mondo ha inoltre stabilito il nuovo record per il maggior numero di punti ottenuti in una stagione, con 413. Alle sue spalle è giunta la Red Bull di Max Verstappen, il cui risultato gli è valso il terzo posto in classifica generale; durante questo campionato, il driver olandese ha sicuramente dimostrato la sua crescita tecnica e temperamentale, come testimoniano i soli due ritiri e ben diciannove piazzamenti a punti. Verstappen ha avuto la meglio sulla Ferrari di Charles Leclerc, finito in terza posizione. Il monegasco, il quale mancava l’appuntamento con il podio dal Gran Premio di Russia, non ha deluso le attese durante la sua prima annata a Maranello, arricchita dal primato delle pole (sette in totale) e dai prestigiosi successi in back to back di Spa e Monza.

In quarta posizione ha fatto capolino l’altra Mercedes, quella di Valtteri Bottas. Il finlandese, finito secondo in campionato legittimando lo strapotere delle frecce d’argento, è stato autore di una gara in rimonta dopo la partenza dal fondo della griglia. Sebastian Vettel ha chiuso al quinto posto una delle annate più complicate della sua carriera; il ferrarista, così come il proprio team-mate, è stato condizionato da una strategia di gara non particolarmente efficiente che lo ha costretto ad un pit-stop extra nelle fasi finali. Sesta posizione per Alex Albon, confermatosi ancor di più a proprio agio alla guida della Red Bull. Notevoli le prestazioni di Checo Perez, settimo con la Racing Point, e quella di Lando Norris, ottavo con la McLaren. Nona posizione per la Toro Rosso di Daniil Kvyat mentre Carlos Sainz ha chiuso la top ten; lo spagnolo ha artigliato l’ultimo punto iridato nelle battute finali riuscendo a vincere la lotta per il sesto posto in classifica generale su Albon e Gasly. Quest’ultimo è rimasto vittima di un contatto con le due Racing Point alla prima curva dopo il semaforo verde ed è rimasto fuori dai giochi.

[sportmediaset.mediaset.it]

Ai margini della zona punti sono giunte le due Renault, con Daniel Ricciardo davanti a Nico Hulkenberg; il tedesco, alla sua ultima gara in F1 con il team francese, cederà il proprio sedile per il 2020 ad Esteban Ocon. Ultima apparizione nel grande circus anche per Robert Kubica alla guida di una Williams mai competitiva durante questa stagione.

Cala il sipario sul mondiale di Formula 1 edizione 2019 e può già iniziare il countdown per il prossimo anno, in cui verrà rilanciata la sfida a Hamilton e Mercedes. Saranno due le new entry che estenderanno a ben ventidue le gare in calendario: in programma la prima visita in assoluto in Vietnam, ad inizio aprile, e il grande ritorno in Olanda il primo weekend di maggio. L’avvio della nuova stagione sarà come di consueto in Australia, il cui Gran Premio è previsto per il 15 marzo.