Da Venezia a Viareggio, giù fino ad Acireale: i Carnevali più belli d’Italia

Claudia Ruiz

In #Instaworld, MONDO / Claudia Ruiz / Comments

Il Carnevale sta per entrare nel vivo: dal 28 febbraio, giorno del cosiddetto “Giovedì Grasso”, inizia un lungo weekend all’insegna dei festeggiamenti e delle sfilate di carri allegorici. Lungo tutta la Penisola le strade si riempiono di maschere, musica e colori e si preparano ad accogliere i principali eventi carnevaleschi del 2019, che proseguiranno fino a martedì 5 marzo.

Per vivere il meglio delle antiche tradizioni locali, Gruppo UNA ha selezionato i più bei Carnevali che uniscono l’Italia da nord a sud: da Venezia a Viareggio, fino ad Acireale, in ognuna di queste città la nuova firma dell’ospitalità italiana ha una struttura radicata nel territorio in cui scoprire quella miscela unica di emozioni, tradizioni e storia che da sempre contraddistingue il nostro Paese. Un ricco patrimonio che Gruppo UNA importa nel settore dell’ospitalità, facendolo proprio e incarnandone le peculiarità.

Il Carnevale di Venezia

Annoverato tra gli eventi più celebri al mondo, il Carnevale di Venezia esercita un fascino senza tempo e ogni anno trasforma il volto della laguna con rievocazioni storiche, balli e travestimenti. Quest’anno, il Carnevale entrerà nel vivo dal 26 febbraio al 5 marzo, con un calendario ricco di eventi per tutti i gusti e tutte le tasche, dai concerti di musica classica ai grandi balli tradizionali, dalle sfilate di maschere alle iniziative per bambini e ragazzi. 

Chi si è perso il celebre “Volo dell’Angelo”, domenica 3 marzo può recuperare ammirando il “Volo dell’Aquila”, un altro spettacolare volo, o “svolo”, dal Campanile di San Marco fino al palco in piazza. Due volte al giorno a Piazza San Marco si svolge anche il concorso per la maschera più bella, una competizione all’ultimo costume nella quale il pubblico vota per eliminazione diretta, fino ad arrivare alla finale del 3 marzo. I festeggiamenti si chiudono in bellezza il 5 marzo con lo “Svolo del Leon”, un rituale che sancisce il congedo dal Carnevale e un arrivederci a quello del prossimo anno: in questa occasione il Leone alato di San Marco, simbolo della città, salirà sul Campanile dipinto su un grande telo scenografico per volare sopra il pubblico presente in piazza. 

Il Carnevale di Viareggio

In Toscana è protagonista il Carnevale di Viareggio: la manifestazione tra le più apprezzate al mondo, in grado di richiamare centinaia di migliaia di persone nella cittadina toscana, quest’anno festeggia 146 anni e celebra la donna con ospiti dal mondo dell’arte, dello spettacolo, dell’imprenditoria e del volontariato.

Durante l’ultimo weekend di festeggiamenti, continuano gli appuntamenti con i Grandi Corsi Mascherati, anticipati dal triplice colpo di cannone sparato dal mare, e con veglioni in maschera, feste rionali, rassegne e le enormi caricature raffiguranti personaggi della politica, della cultura e dello spettacolo. L’antica arte della cartapesta con cui sono realizzate queste opere d’arte viene tramandata di padre in figlio dai Maestri costruttori viareggini, custodi di un patrimonio culturale unico al mondo. Martedì 5 marzo è in programma l’attesissima proclamazione dei vincitori e il grande spettacolo pirotecnico chiuderà i festeggiamenti.

Il Carnevale di Acireale

Spettacolare, provocatorio e coloratissimo, il Carnevale di Acireale affonda le sue radici nel Cinquecento e vanta il titolo di “Più Bel Carnevale di Sicilia”. Nella cornice barocca del centro storico va in scena il teatro delle meraviglie: coriandoli, maschere, luci e musica accompagnano la sfilata dei famosi carri allegorico-grotteschi e dei carri infiorati, frutto della fantasia e dell’estro degli artigiani acesi. Domenica 3 marzo da non perdere l’appuntamento con la sfilata dei carri allegorico-grotteschi; i gruppi mascherati a tema anticipano le maschere singole e il carro infiorato vincitore della festa dei fiori 2018, con l’accompagnamento di bande musicali internazionali. I festeggiamenti continuano con un grande concerto in piazza in attesa della proclamazione dei vincitori dei concorsi carnevaleschi nella serata del 5 marzo.