Crash Bandicoot: On the Run! è pronto ad arrivare su iOS e Android

Crash Bandicoot, uno dei personaggi più amati del mondo dei videogames, è finalmente pronto a fare il suo esordio ufficiale in versione mobile. Sviluppato dalla software house King, società conosciuta per il rilascio di titoli di grande successo come Candy Crush Saga, il nuovo gioco free-to-play prenderà il nome di Crash Bandicoot: On the Run! e sarà presto disponibile su iOS e Android. I giocatori potranno personalizzare il proprio bandicoot nel corso dell’avventura e, soprattutto, avranno ancora una volta la possibilità di impedire al malvagio Doctor Neo Cortex, il principale antagonista della serie, di assumere il controllo dell’universo.

Crash Bandicoot: On the Run! sarà un endless runner, molto simile a Temple Run, in cui i giocatori si limiteranno a cambiare la direzione del personaggio, spostandolo a destra o a sinistra dello schermo per raccogliere gli oggetti sparsi per la mappa o per evitare i diversi tipi di ostacoli come i più classici pozzi senza fondo. Naturalmente, non si tratta di un semplice clone di Temple Run; il trailer di annuncio mostra la possibilità di scoprire nuovi livelli, affrontare boss inediti, craftare nuove armi e lanciare oggetti contro i nemici senza dimenticare le caratteristiche di un classico platform game. Inoltre sarà possibile condividere l’esperienza di gioco insieme agli amici.

Nonostante non si abbia ancora una data per il lancio ufficiale di Crash Bandicoot: On the Run!, è possibile preregistrarsi direttamente attraverso il sito ufficiale del gioco. Tutti gli utenti Android hanno l’opportunità di farlo anche su Google Play Store. Per chiunque decida di preregistrarsi è in arrivo una ricompensa speciale all’interno del gioco, la skin Blue Hyena, disponibile quando l’app verrà rilasciata sui rispettivi store digitali.

L’annuncio di questo mobile game segue quello dello scorso giugno, quando è stato confermato l’arrivo del sequel di Crash Bandicoot: Warped, videogioco del 1998 tra i più apprezzati di sempre, per Play Station 4 e Xbox One.



Giuseppe Forte