Brunori Sas approda su Rai Tre!

È ufficiale: Brunori Sas condurrà un programma su Rai Tre!

Sono lontani i tempi di “Fra milioni di stelle” in cui intonava “C’è chi beve Negroni, chi nemmeno un caffè, chi si è rotto i coglioni di guardare Rai Tre”. Per la stagione televisiva 2017/2018 della Rai, Dario Brunori “abbandonerà” la sua società in accomandita semplice per cimentarsi in una nuova avventura a Viale Mazzini.

La notizia è stata svelata da Daria Bignardi, Direttore di Rai Tre, che durante la presentazione dei palinsesti Rai ha rivelato: “Un nuovo programma col cantautore Brunori Sas, un grande narratore, lo vedrete alle prese con il suo particolare sguardo sulle storie italiane e specialmente il sud”.

Stando alle parole della Bignardi, quindi, a Brunori è stato affidato un programma in cui avrà il compito di narrare l’Italia, in particolar modo il Sud, con le sue storie, i suoi usi e tradizioni.

Scelta non azzardata, anzi abbastanza comprensibile e condivisibile visto il modo in cui in questi anni Brunori Sas ha dimostrato di saper raccontare i tempi attuali e la generazione a cui appartiene tra indifferenze, sogni che sfumano e una società sorda e cieca.

Dario Brunori, in arte Brunori Sas, è uno dei migliori cantautori della scena musicale contemporanea italiana, come attestato dai plausi della critica, dal pienone ai suoi concerti e dal talento autoriale di cui sono intrisi i suoi brani. Fin dagli esordi, i suoi testi sono acuti, perspicaci, chiari e graffianti. Il cantautore cosentino non le manda certo a dire a nessuno, ma con molta franchezza denuncia e, talvolta, ridicolizza la società odierna di cui si è vittima e carnefici sempre in continua lotta tra pregiudizi, ipocrisie, false idolatrie e meritocrazia al contrario.

Il suo ultimo album dal titolo “A casa tutto bene”, uscito nel gennaio 2017, è il riassunto perfetto dello spaccato politico-sociale del periodo che stiamo attraversando. Vi sono canzoni taglienti e così drammaticamente potenti come “La verità”, “L’uomo nero” o “Don Abbondio” e altre solo apparentemente mero gioco di parole, ma di una bellezza disarmante come “Il costume da torero”, “Canzone contro la paura” e “La vita pensata”.

E per chi ha saputo lavorare con costanza e fermezza, convinto delle proprie idee e del modo di fare musica e di arrivare alla gente, le soddisfazioni arrivano sempre.

È recente, infatti, l’assegnazione a Brunori della “Targa Tenco 2017” per “La verità”, canzone riconosciuta e premiata come “Miglior brano d’autore dell’anno”.

Ed è del 30 giugno scorso il grande successo al Carroponte di Milano con il suo “A casa tutto bene Tour” che ha registrato sold out e per il quale ha scritto nel suo profilo Facebook: “Una foto come questa traccia un contorno, ma non è in grado di tradurre l'intensità emotiva di una serata come quella di ieri al Carroponte. Mi avete fatto scappare la lacrimuccia, maledetti! Mai come questa volta: grazie di cuore! Abbracci geriatrici. D.”

A ciò si aggiunga il suo debutto in Rai, per l’appunto. Molte sono le domande. Di cosa parlerà il programma? Come sarà impostato? E Brunori sarà in grado di dimostrare che la fiducia riposta in lui non è stata vana?

Al momento nessuna certezza, ma solo indiscrezioni. Dai suoi profili social Dario Brunori ha fatto sapere: “L’anno prossimo avrò un mio programma su Rai 3. Mi sa che a ‘sto giro mi tocca pagare il canone…”. Inoltre, durante la puntata del 28 giugno di Tropical Pizza su Radio Deejay in cui è stato ospite, Brunori ha detto che si tratterà di un programma itinerante, che il progetto è ancora in fase embrionale e che l’idea di fondo è di rappresentare il mondo musicale da cui proviene.

Non ci resta che aspettare curiosi, certi che Dario Brunori non ci deluderà!