Alla scoperta di “Dove sei pt.1”, il nuovo album di Lucio Leoni

A distanza di tre anni, nel maggio 2020, Lucio Leoni ha pubblicato il suo nuovo progetto discografico dal titolo “Dove sei pt.1” con ben otto inediti.

Lucio Leoni, romano e classe ’81, ha un rapporto con la musica sin da piccolo. Dopo aver pubblicato svariati album, aver realizzato l’ultimo tour con oltre 60 date conclusosi con una data speciale a Villa Ada a Roma nel giugno 2019 e aver suonato in diversi live set in apertura ai concerti di artisti come The Zen Circus, Tre allegri ragazzi morti, Motta, Edda, Giovanni Truppi, Giorgio Canali, e Frankie Hi-Nrg Mc, il cantautore romao è tornato con un progetto nuovo composto da due parti.

“Non ci sono punti interrogativi né esclamativi in questo titolo, che pure li vorrebbe. Dove sei è un dato di fatto e ognuno di noi lo sa per sé, forse. Non è una domanda, tantomeno un imperativo, piuttosto una presa di coscienza nonostante non sia facile né scontato capire dove si è, perché il dove non è uno spazio solo fisico ma anche temporale e anzi, a dirla tutta, forse non è neanche uno spazio – ha commentato Lucio Leoni – Alcuni passaggi dell’esistenza sono più difficili di altri: uno in particolare nell’arco di una vita, quello che porta alla presa di coscienza dell’essere adulti. L’accettazione di se stessi e il rifiuto, il contatto e la distanza tra “quello che avrei voluto essere” e “quello che sono oggi” a volte spaventa, immobilizza, ma continua a porre domande. Ed è questa la vera urgenza che spinge questo disco: continuare a chiedere, a chiedersi, a cercarsi senza per forza la necessità di trovarsi, almeno non in un dato luogo o in un dato momento”.

La copertina scelta per l’album è completamente nera con dei trattini bianchi ben collegati che riportano il titolo del disco scelto da Leoni.

L’album si apre con una canzone dal titolo “Il fraintendimento di John Cage” che spiega da subito quanto Lucio Leoni sia brillante, eclettivo e visionario nel modo sia di approcciare alla musica sia di diffondere ciò in cui crede. Continua con brani come “Il sorpasso”, “L’atomizzazione” e “San Gennaro”.

“Mongolfiere” è la canzone sentimentale del disco e quella che prende subito, già al primo ascolto.
Il disco è impreziosito dalle collaborazioni ossia dalla presenza di Cuba Cabbal in “Il Sorpasso”, Francesco Di Bella in “Dedica” e Andrea Cosentino in “Mi dai dei soldi”.

Un approccio musicale meno sbilenco, più ancorato, ma che si affida più alle improvvisazioni e ai canovacci che alle partiture, che guarda al mondo dello spoken word e delle poetry slam e che ha provato a farsi contaminare dai silenzi proposti da realtà come Son Lux, senza ovviamente mai riuscirci.

La prima parte di “Dove sei” è un disco che promette bene per la seconda parte e che invita ad aspettare le altre otto canzoni con trepidazione e con la voglia di scoprire se e quanto Lucio Leoni ha continuato a sperimentare.
Buon ascolto!



Sandy Sciuto