Credit: stampa.it

Alberto Angela ha creato un podcast su Cleopatra, musica per le nostre orecchie

Che vita sarebbe senza Alberto Angela? Ancora oggi a questa risposta nessuno tra gli scienziati, i comuni mortali e i laureati all’Università della vita sanno dare risposta. Perhè, cari lettori, senza la grazia, l’eloquenza, l’eleganza, l’armonia verbale, l’enfasi narrativa di Alberto Angela non sarebbe vita. Prorio impensabile.

Ammettiamolo, infatti, che la quarantena è stata meno dura solo quando Alberto ha lanciato sui social un suo video commento sulla situazione che vivevamo cercando di infonderci coraggio e voglia di impegnarci a rispettare le regole.

Inoltre, le settimane sono sembrate più corte quando la Rai ha deciso di trasmettere in replica settimana dopo settimana l’ultimo progetto lavorativo per la tv di Alberto Angela ossia “Meraviglie”.

Se Shakespeare metteva in bocca a Romeo parole come “Giulietta è il sole”, Alberto Angela ha il grande potere di condurci verso l’idea da concretizzare di diventare esseri umani migliori. Un uomo che infonde voglia di essere virtuosi.

È così, quindi, che siamo certi apprezzerete l’ultima sua fatica culturale. Alberto, infatti, ha deciso di approdare ai podcast dopo la tv in cui è oramai di casa e i social che usa quanto basta per veicolare i suoi approfondimenti culturali.

Per Audible.it Alberto Angela ha infatti realizzato il primo podcast dal titolo “Cleopatra, donna e regina”, disponibile dall’otto giugno e tratto dal libro “Cleopatra, la regina che sfidò Roma e conquistò l’eternità”, edito da Harper Collins come anche la versione audiolibro sempre su Audible.it.

Cleopatra, Regina d’Egitto, è uno degli argomenti preferiti del nostro divulgatore preferito perché espressione di una femminilità che esercita il potere senza dimentcare sensualità e tenerezza. Non la mangiauomini che gli storici per velocità additano, ma una donna capace di governare senza dimenticare i piaceri della carne e l’importanza di amare.

“Un progetto nato e terminato poco prima del lockdown – ha spiegato Angela – perché il settore della cultura online e in versione audio è in grande sviluppo, ma ora, dopo l’esperienza dell’isolamento e della chiusura dei musei, assume un significato davvero grande e importante. Si stanno tracciando le linee della fruizione della cultura nel futuro che dovrà vedere un dialogo tra i musei dove sono custoditi gli oggetti della storia, di grande capacità evocativa, e i contenuti audiovisivi”.

È dello stesso avviso Marco Azzani, country manager di Audible Italia il quale ha dichiarato: “Il successo dei programmi di storia e cultura in televisione, come Ulisse di Angela, di cui durante il lockdown sono state fatte repliche con notevole risultato di share ci dicono che il pubblico ha fame di storia anche in forma di non-fiction. I podcast sono un formato in grande sviluppo in molti settori e ora sempre di più anche nella storia e nella cultura. Inoltre permettono di raggiungere pubblici nuovi e anche la fetta maschile che generalmente legge meno”.

Alberto Angela, così ancora una volta, mette a disposizione la sua cultura a portata di clic. Regala la sua voce per raccontare la Regina Cleopatra in 12 puntate perché come ha affermato il divulgatore scientifico Angela: “”Ci sono tante cose da raccontare di questa donna saremo con lei quando sul ponte della sua nave ammiraglia ha avuto l’ardore di forzare il blocco navale imposto da Ottaviano, e poi durante la battaglia di Azio, nonché in uno dei momenti più significativi della storia occidentale, le Idi di marzo del 44 a.C con l’assassinio di Giulio Cesare”.

E allora buon ascolto!



Sandy Sciuto