Fonte: proiezioni di borsa

12 rimedi naturali per rilassarsi e contro l’ansia

Il tran tran di tutti i giorni può essere fonte di malesseri interiori che rendono difficoltoso il riposo o anche complesso stabilire una propria serenità mentale. A volte ci lasciamo prendere da un magone, da quel metaforico peso sullo stomaco che inficia negativamente sul nostro umore, e che inevitabilmente porta a cronici stati ansiosi. 

pastedGraphic.png

Potrebbe trattarsi solo di un periodo critico, ad ogni modo, la natura ti viene in aiuto, offrendo rimedi non chimici per rilassarsi e combattere l’ansia. Eccone alcuni.

  1. La camomilla

Rimedio della nonna numero uno, la camomilla è perfetta per rilassarsi, rasserenarsi e conciliare il sonno.

Basta una bella tazza di tisana calda alla camomilla, e tutto cambia aspetto, quella sensazione di oppressione si appiana ed il nostro corpo si lascia andare al meritato relax.

Se fino ad oggi credevi che fosse solo una diceria, sappi che la scienza ha confermato il potere rilassante della camomilla: stando ad uno studio della University of Pennsylvania Medical Center di Philadelphia, pazienti ansiosi che hanno assunto camomilla per otto settimane, hanno visto i loro sintomi scomparire progressivamente.

  1. L’esercizio fisico

Bastano solo 20 minuti di attività fisica per allentare la tensione e sentirsi meglio.

Gli studiosi ritengono che impegnarsi in uno sport anche solo per poco più di un quarto d’ora, aiuta la mente a liberarsi, e il fisico a beneficiare di questo rasserenamento.

  1. Il tè verde

Nel tè verde è presente un aminoacido, la L-teanina, che ha effetti calmanti e amplifica la capacità di concentrazione.

Uno studio recente ha messo in evidenza come assumere 200 mg di questo aminoacido prima di un esame, ha aiutato un gruppo di matricolare a gestire meglio l’ansia da prestazione e ad ottenere ottimi risultati.

  1. La respirazione

Hai presente che molte discipline orientali, come lo yoga, concentrano molto l’attività sulla respirazione?

Ebbene sì, imparare ad inspirare e ad espirare nel modo corretto quando si è tesi e nervosi aiuta davvero a rilassarsi.

In questo modo si regola il ritmo cardiaco, e si regolarizza l’ossigenazione del sangue che in situazioni di forte stress tende a diminuire.

  1. Il luppolo

Conosci il luppolo perché sai che rappresenta l’ingrediente base della birra. Eppure, è un prodotto della natura che possiede anche proprietà terapeutiche non sempre riconosciute.

È in grado infatti di calmare la mente, e nonostante il suo sapore amaro, agisce in pochissimi minuti. Se usato poi in combo con menta e camomilla, diventa un ottimo ansiolitici. È difficile trovare una tisana a base di luppolo già confezionata, ma puoi sempre provvedere tu a realizzare un infuso naturale, che ti consigliamo di bere prima di andare a dormire in quanto aiuta anche a conciliare il sonno.

  1. Il CBD

Alzi la mano chi diffida dal potere del CBD. Non tutti hanno capito bene che la cannabis light ed i suoi derivati (appunto a base di CBD) fanno bene alla salute.

Tra i numerosi vantaggi che il CBD vanta, c’è sicuramente quello calmante e anti stress. Puoi assumerlo come meglio ritieni opportuno, anche se forse la modalità più diffusa è l’olio di CBD (approfondisci su https://www.olio-di-cbd.it/olio-cbd/migliore/).

  1. La melissa

Al pari della camomilla, la melissa è considerata ottima contro lo stress dai tempi medievali.

Anche detta cedronella (perché se strofinate le sue foglie emanano il profumo di limone), la melissa ha proprietà sedative e spasmolitiche e aiuta a risolvere i problemi di insonnia.

Spesso viene usata nelle  tisane in combo con la camomilla proprio per intensificare gli effetti vicendevolmente.

  1. La lavanda

A chi non piacerebbe avere sempre la casa cosparsa del delicato profumo di lavanda. Ebbene questo delicato e bellissimo fiore ha poteri lenitivi sulle nostre emozioni e sul nostro umore.

Un recente studio greco ha sperimentato il profumo della lavanda in uno studio dentistico, dove i pazienti riuscivano a gestire con più serenità le visite aiutati appunto sulla fragranza del fiore della Provenza.

  1. La valeriana

Per quanto concerne la valeriana, al pari della camomilla, è il rimedio più gettonato e semplice da reperire, tanto che anche alcuni farmaci ansiolitici vengono realizzati usando tra le altre cose questa pianta.

La valeriana aiuta contro i disturbi del sonno e dato il suo odore molto piacevole si può assumere anche sotto forma di tisana, oltre che sotto forma di capsula da erboristeria.

  1. Il biancospino

Il biancospino ha un effetto sedativo e rilassante grazie al suo alto contenuto di vitexina.

Si tratta di un principio attivo con capacità spasmolitiche, nonché ansiolitiche. E’ consigliato per le persone tendenti a continui nervosismi, in quanto riduce la propria emotività.

  1. La scutellaria baicalensis

Pianta originaria della Cina, la scutellaria è da sempre usata sin dai tempi più remoti per tenere a bada gli stati ansiosi.

Contiene molti flavonoidi tra cui la baicalina e l’apigenine, che in combinazione con altre due sostanze, come il wogonin e la scutellarina, mima l’azione ansiolitica delle benzodiazepine senza però indurre i medesimi effetti collaterali.

  1. La rhodiola rosea

La rhodiola rosea è una pianta medicinale di solito impiegata per contrastare la stanchezza mentale, in quanto ha un alto potere adattogeno.

Perfetta anche per ansia e depressione, è in grado di combattere gli sbalzi d’umore. Se assunta con costanza, restituisce vitalità.



redazione